30 Settembre, 2022

La Virtus batte Treviso
e fa sua Gara2, ma che fatica

La Virtus batte Treviso <br>e fa sua Gara2, ma che fatica
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Gara2 è della Virtus dopo eccessivi patemi, al termine di una partita pure dominata al +15 del terzo quarto, ma rimessa in bilico in un’ultima frazione giocata con poca lucidità. La legge dei playoff però non tien conto del divario, la Segafredo mette in faretra il 2-0 e lunedì potrà giocarsi il match point a Treviso.

Partita ondivaga, pareva scritta ed indirizzata, ma come più volte la Virtus non è riuscita a chiuderla dando fiato ai veneti che son prima rientrati e poi hanno impattato, sbagliando pure il tiro del vantaggio.

Non basta dominare a rimbalzo (+18) quando si tira male dal campo e ai liberi, lasciando troppe occasioni agli avversari per mancanza di energia, troppi falli commessi per 30 liberi concessi, sovente quando dal campo non tutto filava liscio.

Nessuno con continuità nei 40’, sprazzi, come la tripla nel finale di Belinelli o la rubata di Teo che ha estromesso il pericolo Logan negli ultimi 2’, ma pur dominando a rimbalzo in area il padrone è stato Mekowulu, rebus irrisolvibile per i lunghi bianconeri.

Ma il punto è stato raccolto, dimostrando questa volta di saper rinascere dalle difficoltà. Che possa bastare in futuro con Brindisi non è detto, ma intanto occorre pensare a Treviso, pratica non ancora archiviata, i ragazzi di Menetti non cedono, nonostante la quarta sconfitta nell’annata.


DJ parte coi 5 del dì precedente, imitato in questo da Menetti, mentre Belinelli inaugura i giochi con una tripla. In 5’ gli attacchi son scentrati, tira solo Belinelli, buon che la difesa regga, ma il 5-6 non depone a favore del bel basket. Sbagliando l’inenarrabile anche una Treviso senza brillare scappa con le triple al +7, prima che un antisportivo di Chillo fermi l’inerzia. In 21” il 7-0 cambia tutto, un appoggio di Lockett spinge avanti i suoi di 2 alla prima pausa. Per le V nere 8 perse e medie sotto al 40%, la De Longhi spreca meno ma spara alla luna da 3.

Un colpo allo zigomo costringe un fin lì buon Alibegovic a lasciare l’arena per 5’, nel proseguo è uno scambiarsi sorpassi, con Teo che inizia a far segnare un po’ tutti per il primo vantaggio bianconero con oltre due possessi. Sul +8 si balla a lungo, distanza che resta alla pausa lunga con qualche errore di troppo e difese più toniche, debordante a rimbalzo la Virtus, Treviso meno sprecona ma storta dall’arco dove sovente si rifugia.

Nonostante i 2+1 di Mekowulu, la Virtus prova ad allungare, una tripla di Ricci vale il prima divario in doppia cifra al 22’. Teo&Vince dilatano, oltrepassata metà frazione è +15 con Menetti costretto a parlarci sopra, col nigeriano ancora una volta pronto a tenere in scia i suoi. Attacchi con poca intensità (4 stoppate subite in 10’) lasciano campo alla De Longhi che grazie anche ai tanti giri ai liberi arriva a -6, l’ultimo minuto è di Milos per il +9 all’ultima pausa.

Bonus bruciato in 1:21’, ospiti a contatto con Mekowulu e tripla di Chillo, ma ora è partita vera e in parità con paure che attanagliano la Segafredo. Va coi 2 centri DJ ma l’effetto non cambia, pari si resta all’ingresso degli ultimi 3’, Hunter fa +2 e Teo ruba a Logan che commette il suo 5°. Il +4 svanisce dai liberi dopo attacchi forzati, un misero punticino all’ultimo minuto. Belinelli va di tripla col +4, Mekowulu dimezza ancora dai liberi, di nuovo Belinelli ma non va, palla Virtus a 22” per 14” di possesso. Teo ai liberi ne mette uno, con 12” la De Longhi ha palla per forzare il supplementare. Fallo di Pajola su Imbrò da 3, l’ex capitano bianconero fa 2/3, immediato fallo su Belinelli, +3 con 8”. Markovic mette la mano sul passaggio d’uscita, ai liberi la chiude Teodosic dopo oltre 2 ore di incontro.

Prossima partita sarà gara3 a Treviso, lunedì 174 maggio ore 20:45, diretta Rai Sport, Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-De’ Longhi Treviso 88-83 
(16-18; 41-33; 63-54)
Virtus Segafredo Bologna: Deri n.e. Belinelli 24, Pajola 6, Alibegovic 5, Markovic 7, Ricci 12, Adams, Hunter 14, Nikolic n.e. Teodosic 15, Gamble 5, Abass. All. Đorđević.
De’ Longhi Treviso: Logan 10, Russell 15, Faggian n.e. Vildera 2, Bartoli n.e. Imbrò 13, Piccin n.e. Chillo 4, Mekowulu 23, Sololowski 9, Akele, Lockett 7. All. Menetti.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts