19 Maggio, 2024

La Virtus è (quasi) fatta… domani sponsor e abbonamenti

La Virtus è (quasi) fatta… domani sponsor e abbonamenti
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Bologna

È iniziata la settimana degli annunci (dicevamo ieri) per la Virtus Pallacanestro. Dopo aver completato il roster che riguarda gli italiani col Presidente Bucci che sabato scorso ha ufficializzato Marco Spissu, domani i bianconeri annunciano lo sponsor Segafredo, il lancio della campagna abbonamenti e sucessivamente l’annuncio del centro Kenny Lawson che pare imminente per poi risolvere la questione Vitali che potrebbe aprire (o chiudere) le porte al secondo americano.

Gli italiani ci sono l’americano è Kenny Lawson

Sabato 30 luglio il Presidente della Virtus Alberto Bucci ha dichiarato ufficialmente l’arrivo di Marco Spissu in bianconero e con l’inserimento del play classe 1995 (in prestito dalla Dinamo Sassari) la Virtus ha completato il roster degli italiani. Il ragazzo sardo arriva infatti dopo Klaudio Ndoja, Guido Rosselli, Andrea Michelori e Gabriele Spizzichini che avranno il compito di far crescere anche i giovani della linea verde Tommaso Oxilia, Lorenzo Penna e Alessandro Pajola. Gli Under 18 virtussini sono tornati dall’esperienza con la Nazionale di categoria dove hanno giocato il Torneo Internazionale di Cisternino in preparazione degli Europei di categoria, che oggi sono stati sospesi e spostati a data da destinarsi dalla Fiba dopo gli avvenimenti in Turchia.

Per quel che riguarda l’americano Kenny Lawson è ormai dato per scontato, l’ex Recanati sarà uficializzato nei prossimi giorni mentre per quel che riguarda il secondo americano bisognerà attendere lo sbroglio della situazione Vitali.

Vitali legato dalla clausola

Rimane ancora in sospeso il discorso che lega Michele Vitali alla società bianconera che da parte sua è intenzionata a far valere la scrittura privata (e quella clausola rescissoria) da 50.000 euro che la legano al giocatore.
Sembra ci siano segnali confortanti ma fino a quando non si sbloccherà definitivamente la trattativa tra la guardia classe 1991 e la Virtus, che non ha intenzione di rinunciare al discorso del buy-out, si rimarrà a quello stallo che porterebbe Vitali (ameno a oggi) a restare la prossima stagione in Virtus.

Questa soluzione porterebbe la società bianconera a rinunciare all’ingaggio del secondo americano, come ha affermato la settimana scorsa il GM Julio Trovato. La guardia bolognese è già in parola da tempo con Brescia che lo attende a braccia aperte, ma non ha nessuna intenzione di pagare un euro per liberarlo dalla scrittura privata; la società lombarda infatti nel caso non si sbrogliasse la situazione sarebbe pronta a virare su altre soluzioni lasciando il bolognese appunto ai bianconeri. La sensazione è che alla fine di tutto il ragazzo andrà a giocare insieme al fratello Luca a Brescia, lasciando campo alla società bianconera di gettarsi sul secondo americano.

Secondo americano Ingram o Marks?

Dipende ovviamente tutto dal discorso Vitali, nel caso la situazione si dovesse sbloccare e sembra ci sia la volontà da entrambe le parti, ecco che in Virtus la scelta cadrebbe su una guardia americana.

Lo staff bianconero segue da tempo Jeremy Ingram classe 1992 di Charlotte (190 cm per 79 kg.), al college dal 2010 al 2014 col North Carolina Central, guardia del North Carolina nella stagione 2014-15 va all’Adanaspor Tiger nella Seconda Divisione turca giocando nella stagione regolare 32 incontri con 32,3 minuti di media e 22,7 punti partita (22,7 punti col 54,1% da due, il 39% da tre, 73,7% ai liberi 3,4 rimbalzi e 3,6 assist) per poi approdare nella stagione sucessiva 2015-16 al Mondi Meliksah Üniversitesi sempre in Seconda Divisione, disputando 32 partite e totalizzando 35,4 minuti a match con 18,3 punti di media (col 53,4% da due, il 35,3% da tre, 76,1% ai liberi, 4,2 rimbalzi e 4,1 assist).

Altro profilo nella lista dello staff bianconero e tutt’ora di attualità è Derrick Marks, guardia statunitense di Chicago (Illinois) classe 1993 (23 anni) alto 190 cm. Nel 2015-16 ha militato alla Derthona Basket totalizzando 370 punti giocando 27 match nella stagione regolare con una media di 13,7 punti partita (6,8 e 54% da due, 5 e 31% da tre, 2,3 e 77% ai liberi, 3,6 rimbalzi, 1,5 assist a partita),

Campagna abbonamenti

La societù bianconera è in dirittura di arrivo anche per quello che sarà l’uficializzazione della campagna abbonamenti, con la capienza dell’Unipol Arena ridotta a 4000 posti queste le parole di Julio Trovato in merito anche al costo: “I prezzi faranno riferimento a quelli che sono gli ultimi prezzi in Virtus, senza pensare ai nostri cugini. Useremo l’impianto a fisarmonica, aprendolo nelle partite con alta capienza prevista. Per questo la campagna abbonamenti sarà strutturata su un più basso numero di posti, avvantaggiando gli abbonati con posti più vicini al campo. Pensiamo di presentare la campagna la prossima settimana (questa n.d.r.), con iniziale prelazione e poi apertura a tutti. I costi varieranno con un piccolo sconto rispetto all’anno scorso”.

Saranno poche quindi le occasioni che riguarderanno le partite di cartello in cui verrà aumentata la capienza come ha spiegato il GM: “Dipende dalla biglietteria. La scelta di fare così è che avere 1.000 o 2.000 persone sparse in un grande impianto non aiuterebbe. Avere 3000 persone con una capienza da 4000 aiuterebbe tutti, per il clima e per essere più vicini al campo. Ecco perché verranno venduti abbonamenti solo per la prima fascia di posti, più vicini al parquet”.

About The Author

Related posts