04 Dicembre, 2022

La Virtus espugna il PalaBarbuto

La Virtus espugna il PalaBarbuto
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Vedi Napoli, sopravvivi a fatica e vinci. Replicando le partite di SuperCoppa, la Virtus parte male e leggera, scende a -20 ma reagisce come piace al coach, senza mai entrare in panico. Dimostra che quando vuole la difesa è di altissimo livello (20 subiti nel 2° tempo), mentre davanti i singoli possono far la differenza, ma giocando di squadara l’insieme diventa difficilmente fermabile.

Il pariale finale di 9-29 fotografa energie e gestione di 2 squadre partite con obiettivi diversi, ma in questo periodo non ancora così definite, brava la Segafredo a reagire dominando a rimbalzo quando c’è stato da stringere, smettendo di perdere palloni ed efficace nel mettere pressione sulla palla svellendo il p’n’r della GeVi.

Molti i protagonisti, alcuni emersi nel finale come Lundberg, altri ficcanti nel 3° quarto quando tutto poteva crolla, vedi Weems, oppure chi ha sempre fatto il suo divenendo insormontabile nel finale, ovvero Mickey, forse non un caso. Ma pure la difesa di un silente Pajola negli ultimi 10’, fondamentale, la tanta sostanza di Ojeleye, i momenti da killer di Belinelli (ottimo pure a far muro dientro nel finale).

Napoli ha retto fin quando le triple hanno aperto il campo (7/9 nel 1° tempo), quando le preghiere non hanno visto la retina tutto si è fatto più complesso ed i miracoli di Howard, Stewart e Johnson son diventati irripetibili. Buona vittoria, dimostrando come anche nella bufera la barra è sempre registrata, così da rientrare in Eurolega con solo vittorie nei confronti ufficiali alle spalle.


C’è Hackett è c’è subito il quintetto per lui per Pajola, il resto sono i 4 della SC, Napoli è tutta nuova attorno a capitan Zerini, ha l’ultimo arrivato Agravanis di rincorsa. Le triple della GeVi (3/3) affossano la Virtus che pure in attacco fatica, a metà divario in doppia cifra nella bolgia festante del pubblico mentre Micheneau si mangia Hackett scrivendo il +14. Poco cambia col giro della panchina, anzi, il distacca si dilata a -20 con la tripla di Howard sulla sirena. Il disastro lo fotografa la val. 48-5, la Segafredo svetta solo nelle perse, mentre i 0 assist dicono delle fatiche offensive, il 76% al tiro concesso quelle difensive.

Qualcosa si inizia a trovare davanti cercando Bako, ma dietro le fatiche restano anche per le triple da casa sua di Johnson. Sceso il belga è Mickey a provare la riscossa, ben ispirato da Mannion, fin qui il più efficace tra i 3 play. Il -10 illude, gli ultimi 2 giri di lancette sono un pianto, Napoli affetta l’area Virtus e va alla pausa lunga sul +14. Il 7/9 dall’arco apre la difesa che incassa di tutto, subire a rimbalzo è inaspettato, mentre gli unici che trovano la luce davanti sono i 2 lunghi.

Al rientro i bianconeri hanno un’altra faccia per il -7, zavorrati da un Lundberg che non la mette mai bravo a subire il 4° fallo di Williams, fin lì rebus in area. Aggrappati alla difesa (4 subiti in 7’) e alle iniziativa di Weems c’è il -3, sedato da un 2+1 di Micheneau. La zona campana spegne il fuoco Virtus che va all’ultima pausa sul -8, occasione sprecata dopo 7’ ottimi. Non subite triple e non fatto pagare a dovere le perse dei padroni di casa, ben 8 in questa frazione.

Johnson ritorna a sparare dritto (anche grazie alla tabella…) dall’arco, distacco in doppia cifra, sistemato dai primi cesti di Lundberg, a metà frazione è -1. Il gioco in post basso di Mickey, sempre ispirato da Pajola sigla il vantaggio, a dilatarlo ci pensa Lundberg salito notevolmente di livello negli ultimi 10’. La difesa (comandata da Pajola che gioca gli ultimi 10’ continuativi) chiude tutto portando la partita comodamente in porto, ed un disastro diventa un successo.

Prossima partita sarà venerdì in Eurolega al PalaDozza con AS Monaco, diretta su Sky, streaming su Eleven Sport e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

GeVi Napoli-Virtus Segafredo Bologna 77-89
(33-13; 57-43; 68-63)
Gevi Napoli: Zerini 6, Howard 8, Johnson 16, Micheneau 12, Agravanis 7, Dellosto, Matera n.e., Uglietti n.e. Williams 12, Stewart 12, Zanotti 2, Grassi n.e. All. Buscaglia.
Virtus Segafredo Bologna: Mannion 4, Belinelli 10, Pajola 2, Bako 8, Lundberg 11, Hackett 2, Menalo n.e. Mickey 23, Camara n.e. Weems 14, Ojeleye 13, Cordinier 2. All. Scariolo.
Arbitri: Paternicò, Galasso, Borgioni.


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts