25 Giugno, 2024

La Virtus passa a Reggio Emilia, con brivido

La Virtus passa a Reggio Emilia, con brivido
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Vincendo una partita che qualche brivido l’ha portato, la Virtus entra alle F8 di Coppa Italia mantenendosi appaiata a Milano in testa alla classifica. Lo fa dando l’idea di poterla sempre controllare, ma il rientro con sorpasso Unahotels ad avvio ultima frazione qualche incubo “brindisino” l’ha portato.

Ma oggi a roster c’era Milos Teodosic, il finale è stato guidato da lui muovendo l’attacco come un orologio svizzero e dalle paure si è andati in pochi minuti ad un finale tranquillo, 3-17 il parziale degli ultimi 8:22’ con cesto fondamentale di un Abass molto utile in ruolo 4 sul 60 pari.

Detto di Milos, non tutto è andato al meglio, Mickey è partito forte per scomparire, Lundberg non ha inquadrato il cesto, Mannion ha prima segnato per poi cadere in ingenuità (causa anche un dolore al ginocchio), mentre Jaiteh ha ripreso forza dopo più fatiche.

Tra i protagonisti Weems e Hackett, ottimi dietro e davanti, mentre Pajola, partito dalla panchina, non ha più lasciato il campo (33’) giostrando in 3 ruoli, non ha segnato ma il resto è stato di alto profilo.

Reggio non è il Barca, basta un misero 41% da 2 per portarla a casa, certo aiuta il +20 a rimbalzo, i numeri di Bako non sono elevati (7), ma quelli toccati in favore dei compagni sono oltre il doppio.

L’Unahotels è vissuta di Amin, quando nel finale Pajola ha giocato da Pajola anche l’incubo è sparito, ma il suo 5/5 da 3 ha contato e non poco. Tutto bene quindi date le tante assenze in vista della Coppa Italia.


Tra turnover, infortuni e cure in tempo (Belinelli) per le prossime F8 di Coppa Italia, Scariolo propone Mickey nei 5 con Mannion a guidare “protetto” da Teodosic, Sakota ha solo sulla carta Mitch Vitali e parte in centro con Diouf per Hopkins. E proprio Mickey apre i giochi con un tripla, poi le perse frenano l’attacco, a metà V nere avanti di 3 con solo cesti dall’arco con Mannion sempre a segno. Col giro dei cambi in 3 si va d’emergenza (Semi-Isaia-Beli out) con Pajola, finale bianconero a +9 con Mickey già in doppia cifra. 5/10 da 2 e da 3 Virtus, avanti a rimbalzo, dietro solo negli assist, visto che al Cincia vengon segnati praticamente a prescindere.
Amin è l’ancora di salvezza reggiana, la Virtus va con un quintetto difensivo per vantaggio in doppia cifra. Col ritorno del quintetto iniziale qualche fatica c’è, sia dietro per qualche rimbalzo lasciato da Mickey, sia davanti con leggerezze di Mannion e Jaiteh. Una pessima gestione nell’ultimo minuto lascia solo 6 punti di vantaggio con medie al tiro precipitate, orrido 3/17 nei 10’, si compensa a rimbalzo e sui liberi, ma Reggio è lì sulla spalle di Amin (14, 3/3 da 3) e di una difesa più attenta in area.
Un pessimo avvio cancellato da una fiammata insistendo su Jaiteh andado poi da Teo che riemerge dopo momenti da dimenticare e il divario torna in doppia cifra a metà quarto. Le banalità ritornano padrone del gioco bianconero, Reggio ringrazia e torna a contatto fino al -2, di fatto riprendendosi la partita con la Virtus che s’inventa di tutto per regalarla. Perse (5), mira sbilenca, ma soprattutto totale mancanza d’intensità, pure una Reggio spaesata riesce a crederci sempre con Amin e con un buon Diouf sotto le plance.
Reggio sorpassa con una tripla di tabella di Strautins, sul -3 il primo cesto dell’anno di Abass impatta col 2+1, non segna mai la Virtus nonostante Bako tenga in vita qualsiasi pallone. Col rientro di Teo la palla gira in altra maniera, per Jaiteh son cioccolatini, dietro i mastini Hackett-Pajola-Weems lasciano pochi spazi (Reggio segna 3 punti in oltre 8’) ed il finale è tutto bianconero.

Prossima partita sarà giovedì ore 18:00 in Coppa Italia a Torino con Venezia, diretta Eurosport2, Dmax,streaming su Eleven Sport e RadioNettunoBologna1.

Il tabellino

UNAHOTELS Reggio Emilia-Virtus Segafredo Bologna 63-74 
(17-26; 33-39; 55-57)
UNAHOTELS Reggio Emilia: Amin 24, Reuvers 6, Hopkins, Cipolla n.e. Strautins 6, Vitali n.e. Stefanini n.e. Cinciarini 7, Olisevicius 6, Diouf 9, Burjanadze 5, Senglin. All. Sakota.
Virtus Segafredo Bologna: Mannion 12, Faldini n.e. Pajola, Bako 4, Jaiteh 13, Lundberg 2, Hackett 7, Mickey 10, Camara n.e. Weems 12, Teodosic 11, Abass 3. All. Scariolo.
Arbirtri: Lanzarini, Paglialunga, Valzani


Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts