06 Maggio, 2021

La Virtus travolge Treviso
nel recupero della 27ª giornata

La Virtus travolge Treviso <br>nel recupero della 27ª giornata
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nel recupero del “maledetto” mercoledì di gara3 Eurocup, la Virtus spazza via velocemente e con convinzione la pratica De’ Longhi. Concentrata e precisa sin dalla palla a 2, conduce in porto una pratica condotta largamente per 40’.

Firma così il 3° posto al termine della stagione attendendo la ripresa dei lavori di Brindisi (fermata dall’ASL per numerosi casi di covid19) per capire se nell’eventuale semifinale s’incrocerà Milano o proprio Brindisi se non farà 3/3.

Prima avrà quai certamente la ripetizione della partita di questa sera, Treviso è 6°, e con grande probabilità si confermerà, nel caso dovrà esibire ben di più di quello mostrato in serata (5/31 dall’arco, costruito nulla, tirato peggio, ma pure il 39% da 2 grida vendetta), proprio poco con una Virtus vogliosa di riscatto, per sé stessa e per rispondere al proprio coach.

Per le V nere cifre dolci ovunque, a partire dai 30 assist finendo ai 51 rimbalzi, il +80 di val. fotografa nitidamente una partita mai nata. Teo a parte, che chiude con 4 assistenze, tutti i bianconeri a referto.


DJ parte con Pajola e Belinelli come esterni e Gamble in centro, sempre canonico Menetti con Logan ormai recuperato da subito a fianco di una delle nuove sensazioni del campionato, il polacco Sokolowski. Si cavalca Gamble per partire spediti, che segna e fa segnare, V nere avanti di 11 dopo 4’. Il giro dei cambi è bianconero, la difesa regge e l’attacco ha sempre luci, al 9’ son già 10 i giocatori passati sul parquet. La zona ospite poco incide, un flash di Imbrò evita lo sprofondo, ma il +12 è sul luminoso alla prima pausa, con medie da 2 stellari (10/14) e doppiaggio a rimbalzo. Bene pure le perse, ferme a 2.

Uscito Gamble, è Hunter a martoriare l’area trevigiana fino al +16, il bonus bruciato in 150” permette agli ospiti di restare in partita, anche se in doppia cifra di divario per tutta la frazione. Nel finale si scollina il ventello, complice una De’ Longhi che pare crederci solo un minimo, nell’ultimo giro di lancette qualche disattenzione lascia “solo” 19 punti di vantaggio alla pausa lunga. A poco serve parlar di statistiche dopo 20’ del genere, se non il pessimo 3/17 dall’arco ospite.

Nel sonnacchioso terzo quarto, la Virtus prova a non dormire, Treviso nemmeno, in un clima leggero c’è il +31 a metà. Qualche persa e qualche disattenzione in una partita che nell’ultimo minuto ridà un minimo di fiato ai trevigiani, 0-8 di parziale e +23.

Si gioca per arrivare al termine il prima possibile cercando di evitare guai, minuti utili a migliorare statistiche, con Adams che dopo qualche confusione inquadra il cesto e tiene sempre dai 25 in su il divario. Virtus che blinda il 3° posto, Treviso resta 6°, un probabile arrivederci ai playoff

Prossima partita sarà l’ultimo turno di campionato con Trento alla Segafredo Arena, data da definire causa il blocco per covid19 di Brindisi, diretta Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-De’ Longhi Treviso 97-68
(27-12; 51-32; 75-52)
Virtus Segafredo Bologna: Deri 2, Belinelli 13, Pajola 8, Alibegovic 6, Ricci 11, Adams 8, Hunter 13, Weems 6, Nikolic 2, Teodosic, Gamble 16, Abass 12. All. Đorđević.
De’ Longhi Treviso: Logan 11, Russell 10, Vildera 4, Bartoli, Imbrò 12, Piccin 1, Chillo 8, Mekowulu 6, Sololowski 8, Akele 6, Lockett 2. All. Menetti.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts