14 Ottobre, 2019

L’anteprima di Pesaro-Virtus Bologna

L’anteprima di Pesaro-Virtus Bologna
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Nella quarta giornata di campionato la Virtus farà visita a Pesaro, trasferta che in passato ha riservato qualche dispiacere, vedi la sconfitta dello scorso anno, un 89-86 che tanto costò nel proseguo della stagione bianconera.

L’attuale Carpegna Prosciutto ha come obiettivo la salvezza e nulla più, obiettivo per altro non di facile portata. I marchigiani hanno già effettuato il turno di riposo, viaggiano con 2 sconfitte e nessuna vittoria e dovranno inserire il nuovo centro Chapman, ad oggi mai sceso in campo.

Il coach è Federico Perego, che avrebbe dovuto continuare a Bamberg (guidò i tedeschi alle F4 di BCL perdendo proprio contro la Virtus in semifinale) sul solco lasciato da Andrea Trinchieri, ma all’ultimo gli è stato preferito Moers, arrivato da Anversa, anche lui passato per le F4 di BCL.

Poche le indicazioni, soprattutto poche quelle positive, l’italiano Mussini il miglior realizzatore fin qui, anche se a referto ci sono i 27 a Sassari molti dei quali a buoi ampiamente scappati.

Il pacchetto straniero è composto dagli esterni Barford, Drell ed il giovane Miaschi, mentre in ala evoluisce Thomas, il play serbo Pusica fin qui non ha mai giocato, mentre il pacchetto lunghi oltre al già citato Chapman può contare sull’eterno Lydeka e sugli italiani Totè e Zanotti, ondivaghi fin qui.

Pesaro proverà a fare il colpaccio davanti al proprio pubblico, ben cosciente che nel caso saranno 2 punti preziosissimi, la Virtus ha tutto per non arrestare la sua corsa che al momento la vede intonsa sia in Italia sia in Europa.

La Virtus

Lo staff dovrà valutare la situazione di Weems, la partita non proibitiva potrebbe anche far sì che il suo recupero sia posticipato al martedì seguente quando arriverà a Bologna il MoraBanc, squadra più solida e partita che potrebbe già scavare un solco tra chi andrà avanti in coppa, inserendo per Pesaro Delìa.

Certo, la partita non è da prendere sottogamba, anzi, deve divenire un ulteriore passo avanti per concretizzare le certezze in via di costruzione, dando minuti utili a tutti così da essere ancora più squadra, non vivendo solo sulle illuminazioni di Teodosic, il suo rientro deve essere una spinta in più per tutti e non un salvagente da utilizzare quando i guai si presentano.

La partita sarà trasmessa in diretta domenica 13 ottonre ore 19:00 su Eurosport Player e Radio Bologna Uno.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts