16 Luglio, 2024

Serie A Finale Playoff G4:
la Virtus lotta ma non basta. Scudetto a Milano

Serie A Finale Playoff G4: <br>la Virtus lotta ma non basta. Scudetto a Milano
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Dura nemmeno 15’ la partita decisiva della Virtus, che viene affettata da un Mirotic al suo massimo in Italia. Le mancano risposte dai grandi mattatori della stagione, Belinelli e Shengelia, inconcludenti davanti, sbranati dietro, non bastano gli sprazzi di Cordinier, Lundberg, Abass, Polonara e Pajola, oggi non supportati da Mickey, caduto in falli precoci fin da subito.

Un quintetto dal grande cuore prova a rientrare negli ultimi 10’ dimezzando il divario, anzi, passando dal -21 al -7, ma è troppo tardi nonostante Milano, uscito Napier per una botta all’occhio, fatichi a passare metà campo.

L’attacco batte in testa e le difficoltà difensive quando questa non riesce a schierarsi sono un guaio che non si sistema, presa fiducia Milano vede tutto facile e domina tutto il secondo tempo, con giusto qualche ansia finale, vincendo il suo scudetto n° 31.

Il 5/25 da 3 uccide la Virtus che ha poco da recriminare questa sera, con 19 liberi in meno tirati serviva ben altro per potersela giocare, ma guardando indietro sono le 2 sconfitte in precedenza a gridare vendetta.


Banchi cambia quasi tutto il quintetto, Shengelia a parte, Hackett, Lundberg, Abass e Mickey, l’EA7 replica quello di gara3, Shields e Mirotic assieme. Parte bene la Virtus ma la frenano i falli, dopo 4’ il bonus è bruciato con Mirotic sempre in lunetta a rimettere avanti i suoi. Non entra più nulla e su tiri costruiti mali gli avversari volano in contropiede dilagando quando si vede anche Mascolo, 2 azioni e nulla più. L’ingresso di Pajola e Cordinier cambia la faccia della Virtus, un 12-2 riporta il vantaggio, un punticino alla prima pausa che ha suturato il -8 a metà. I ben 5 rimbalzi offensivi fanno la differenza ed un media pessima da 3 è sistemata con quintetti di ogni sorta proposti da Banchi.

Non vanno le triple del Beli e l’Olimpia riparte allungando con triple impiccate ma centrate. Non si segna mai (13 punti nei 10’) e con difesa non schierata Mirotic allunga in doppia cifra di vantaggio, il -10 sulla sirena di Abass è comunque pesante, coi 3 falli di Mickey e Hackett. E’ mancata continuità, quella che ha avuto Mirotic (18 punti), omaggiato ad ogni minimo contatto da viaggi in lunetta (10). La Segafredo non apre mai la scatola (2/11 da 3), in area raramente ha un fischio amico (la difesa EA7 va in bonus solo nel finale su falli volontari), regge per i ben 9 offensivi, i 10 punti di differenza sono anche i 10 liberi in meno ricevuti.

2 triple milanesi (una dopo che gli arbitri le danno palla nonostante Melli dichiari di averla toccata lui…) spaccano la partita, il nervosismo schizza in alto con Toko che non ne azzecca una. Milano supera il ventello, la Virtus segna giusto qualcosa con fatica ai liberi (3 in 5’). Non che migliori nel finale, giusto quando il +21 pare definitivo gli uomini in rosso si fermano, comandando comunque di 16 all’ultima pausa.

Non c’è resa, la tripla del -8 di Polonara non va mentre Mickey finisce la partita per 5 falli (e forse la sua carriera in bianconero). Un 2+1 di Lundberg fa -9, ma una tripla pazzesca di Mirotic rimanda immediatamente al mittente l’impresa e lì finisce definitivamente la speranza bianconera. Commovente Segafredo, anche quando tutto farebbe darcela su, nessuno ne ha voglia, si torna in singola cifra di divario con 2:26’ da giocare. La tripla del -6 di Polonara non va, c’è ancora un -7 di flebile speranza, l’ultima è legata ad un tripla di Shengelia, non va come tutta la sua serata. E lì, anche se lo si era già detto più volte, è veramente finita.

Prossima partita sarà XXX giugno ore 20:30, gara4 di finale a Milano alla Segafredo Arena , diretta Nove, DMax, Eurosport2, streaming DAZN, RadioNettunoBolognaUno, RaiRadio1.

Il tabellino

EA7 Emporio Armani Milano-Virtus Segafredo Bologna 85-73
(22-23; 46-36; 66-50)
EA7 Emporio Armani Milano: Bortolani n.e. Tonut 7, Melli 12, Napier 3, Ricci n.e. Flaccadori 9, Hall 8, Caruso n.e. Shields 10, Mirotic 30, Hines 2, Voigtmann 4. All. Messina.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 21, Lundberg 12, Belinelli, Pajola 2, Mascolo, Shengelia 4, Hackett 5, Mickey, Polonara 12, Zizic, Dunston 8, Abass 9. All. Banchi.
Arbitri: S. Lanzarini, B. Attard, G. Giovannetti.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts