16 Maggio, 2022

Una Virtus da sogno

Una Virtus da sogno

GRANAROLO-GIORGIO TESI GROUP 90-67
Virtus: White 17, Cuccarolo, Gaddy 8, Imbrò 9, Fontecchio 10, Mazzola 13, Tassinari, Benetti, Oxilia, Hazell 22, Ray ne, Reddic 11. All: Valli.
Pistoia: Wasley 15, Brown 14, Cinciarini 6, Williams 11, Mastellari ne, D. Moretti ne, Milbourne, Filloy 8, Amoroso 8, Severini ne, Magro, Hall 5. All: P. Moretti.

Non si ferma più, la Virtus, che domina Pistoia con un grande secondo tempo e si impone 90-67 centrando la quinta vittoria nelle ultime sei partite. Il sogno playoff continua, in attesa di un mese di fuoco che metterà i bianconeri di fronte a partite molto difficili e tre trasferte nelle prossime quattro partite. Restando all’attualità, la squadra di Valli produce un’altra prova di grande qualità, segna 90 punti dopo i 108 rifilati a Cantù, e anche senza il suo leader Allan Ray vince e convince.

LA CRONACA: Pistoia parte meglio con Amoroso da 5 che mette in difficoltà sul piano dinamico Cuccarolo. Le prime rotazioni sono però favorevoli alla Granarolo che va al primo riposo sul 21-16 prima di un pericoloso blackout. Pistoia prende il controllo della partita nel secondo quarto, va sul 29-37 con Brown ed Easley, dominante a rimbalzo d’attacco, e sembra sempre in anticipo su ogni pallone. La Virtus si risveglia nell’ultimo minuto con un 6-0 (41-42) che è il preludio a quello che avverrà nel terzo quarto. Dopo l’intervallo, la squadra di Valli raddoppia l’energia difensiva e mette la museruola a Pistoia. Hazell e White alimentano un parziale di 22-3 che porta i bianconeri sul 58-45, poi nel quarto periodo anche Mazzola e Fontecchio colpiscono chirurgicamente. Pistoia alza bandiera bianca, segna solo 25 punti nella ripresa e finisce anche a -25 dopo l’espulsione di Moretti per doppio tecnico.

LA CHIAVE: Il terzo quarto chiuso 28-11 con l’intensità difensiva che chiude la via del canestro a Pistoia. Sette punti di fila di Hazell e i 10 di White nel terzo periodo propiziano il break.

I NUMERI: La Virtus vince tirando col 44%, ma tiene gli avversari al 35%, è superiore a rimbalzo (47-41) e tira meglio i liberi (26/33 contro 10/18). Il 117 di valutazione è il record stagionale, nelle ultime sette partite i bianconeri viaggiano a 85,4 punti di media.

IL MIGLIORE: Ancora una volta lui, Jeremy Hazell. La scarica a inizio secondo tempo dà il via alla fuga, in una partita che non è limitata all’aspetto realizzativo. I 22 punti sono infatti conditi da 7 rimbalzi, 6 falli subiti e 3 assist per una valutazione di 28. Menzione anche per Okaro White (foto Serra/Virtus Pallacanestro), con 17 punti (10 nel terzo quarto), 10 rimbalzi e 10/10 ai liberi.

LE PAGELLE: White 7,5, Cuccarolo 6, Gaddy 6, Imbrò 6,5, Fontecchio 6,5, Mazzola 7, Hazell 7,5, Reddic 6,5

LE PAROLE: Visibilmente sereno, Giorgio Valli entra in sala stampa pienamente soddisfatto dopo l’ennesima vittoria conquistata dal suo gruppo contro un’ostica Pistoia. “C’è da essere soddisfatti, abbiamo giocato da vera squadra, aggressivi in difesa e tenendo Pistoia a soli 25 punti nel secondo tempo. Sono soddisfatto perché lavoriamo tutti alla grande, le partite come quelle di stasera non le vincono solo i giocatori, le vinciamo tutti”. Valli aveva chiesto intensità difensiva ed aggressività da parte di tutti, nella conferenza prima della gara contro Pistoia, richiesta pienamente esaudita dai suoi ragazzi in campo. “Siamo stati molto aggressivi in difesa nel primo tempo, concedendo 10 rimbalzi in attacco e sprecando energie inutilmente per cercare di coprire i pick and roll. Nel secondo tempo invece abbiamo ritrovato la lucidità per difendere di più sotto canestro, siamo stati più attenti e tempestivi ed abbiamo avuto l’umiltà di passarci la palla. Abbiamo contestato tutti i loro tiri, tranne quelli dall’angolo che sono i più difficili da realizzare. Sono contento di aver ritrovato due italiani al tiro, Fontecchio e Mazzola, e di avere cinque giocatori in doppia cifra. È stata una vittoria di cuore, di gambe e di aiuti difensivi, sono contento”. Nella filosofia di Valli non c’è spazio per le previsioni del futuro, le partite vanno costruite di volta in volta. “Avremo davanti un mese particolarmente duro, con quattro partite difficili di cui tre in trasferta. I ragazzi sono sempre pronti a dare qualcosa in più per la squadra e questo per noi fa la differenza. Noi giochiamo partita dopo partita, è questa la nostra forza, andare in campo con la voglia di battere chiunque”.

(ha collaborato Francesca Barbieri)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts