16 Luglio, 2024

Una Virtus dirompente batte Avellino

Una Virtus dirompente batte Avellino
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Per uscire dalla mini crisi che l’attanagliava, la Virtus sceglie la maniera più dirompente possibile, una partita di assoluto dominio contro la Sidigas che si è presentata a Bologna col rientro di molti stranieri (Silins e Harper zero punti a referto) ma svuotata di energie.

Prestazione di grande sostanza difensiva (concesso un mesto 33%) col capolavoro del 2° quarto con solo un cesto subito, intensità mai scesa con chiunque passato per il parquet, ma va sottolineata la prestazione di Alessandro Pajola che dietro ha difeso, rubato palloni e sporcato passaggi su chiunque, oltre ad aver messo 2 bombe, più che in tutta l’annata.

Avellino non ha mai dato idea di poterci stare nella partita, viva solo nel cuore di Filloy e in alcune folate di Sykes che però ha subito pure lui la guardia di Pajola. Su ottimi livelli si è riproposto pure Aradori, e come risultato di giornata era difficile chiedere di più con una grande risposta pure a rimbalzo dove nessuno svetta a parte Kravic ma tutti contribuiscono.

Vince dilagando portando a casa solo 2 quarti, segno che quando contava la differenza è stata basilare.


Si parte col quintetto da campionato, ovvero Moreira in centro ed Aradori di nuovo fin da subito, Avellino presenta facce note, Silins e Harper di rincorsa ma subito con la prima azione a zona, prontamente rimossa. Filloy da una parte e Moreira dall’altra tengono alto il punteggio giocando ad un ritmo sostenuto. Il corri e tira è il gioco prescelto di giornata, gioco nel quale sguazza Sykes, affidato ben presto a Pajola, limitato il folletto irpino le V nere sorpassano grazie ai punti di Aradori nonostante più errori dai liberi, insolito per lui. Il 2+1 sulla sirena di Sykes vale il sorpasso in una frazione a punteggio elevato, Virtus precisa al tiro (77%) ma male ai liberi (4/9), Avellino con zero perse e più lesta sulle palle vaganti.

L‘accensione di Punter ricuce il -3 e lancia i suoi al +4, tutto in 2 giri di lancette, con difese ora più attente. L’energia di Martin è contagiosa, il parziale si ampia a 19-0 e Vucinic ne cambia 3 su 5. Avellino, che non trova più il cesto su azione, sfrutta al meglio il bonus per ricucire, un punto alla volta è però arduo contro le folate virtussine in contropiede frutto della difesa salita di livello con Pajola dalle mille braccia su qualsiasi avversario. Il 7/10 da 3 Segafredo ha il peso specifico del piombo, ma ancora di più frutta 1/15 nel quarto avellinese con pure 4 perse.

Mani fredde anche per le V nere in avvio, Punter da il meglio dietro ma davanti fatica, la Sidigas ricuce a -11 sulle spalle di Filloy. Dall’arco scappa ancora la Virtus, M’Baye è ispirato ed il +17 è il massimo vantaggio di giornata al 26’. Se manca il colpo del KO non manca l’applicazione che sutura la piccola rimonta di Sykes, la difesa compensa le difficoltà finali davanti, con divario limato solo da un tecnico a Sacripanti fuori dal box mentre parlava col tavolo disinteressandosi della partita. Solo 2 cesti da 2 per la Virtus mentre i lupi tengono botta sfruttando al meglio i liberi, 15/17 fin qui.

Il ritmo cala, il divario rimane costante, quello che oggi non cala è la difesa Virtus che compensa qualche lettura non più perfetta come nel primo tempo. La bomba di Pajola, dopo oltre 20 errori personali consecutivi, firma il +20 con 6’ da giocare, muniti che non cambiano nulla se non portare tanta fiducia alle V nere per il proseguo di stagione e per l’importante incontro di mercoledì prossimo col Promitheas, valido per la vittoria del girone D della BCL.

Prossima partita di campionato sarà a Cremona sabato 9 febbraio ore 20:30, diretta su Eurosport Player.

Segafredo Virtus Bologna-Sidigas Avellino 88-66
Parziali: 1/4 27-28 (27-28) – 2/4 26-10 (53-38) – 3/4 17-18 (70-56) – 4/4 18-10
Segafredo Virtus Bologna: Punter 5, Martin 6, Moreira 6, Pajola 8, Taylor 13, Baldi Rossi 4, Cappelletti n.e. Kravic 12, Venturoli n.e. Aradori 15, Berti n.e. M’Baye 19. All. Sacripanti.
Sidigas Avellino: Young 10, Green 8, Guariglia n.e. , Filloy 18, Campani, Sabatino n.e. Silins, Campogrande, Harper, D’Ercole, Sykes 25, Ndiaye 2. All. Vucinic.


Luca Cocchi

About The Author

Related posts