05 Ottobre, 2022

Ve la do io… Pistoia

Ve la do io… Pistoia

Torna la rubrica settimanale in cui presentiamo le squadre avversarie della Virtus, attraverso le parole di un giornalista che le segue quotidianamente, per tutto il campionato. Oggi tocca a Maurizio Innocenti de La Nazione, svelare i segreti della Giorgio Tesi Group (nella foto di pistoiabasket2000.com c’è CJ Williams) allenata da Paolino Moretti.

STATO DI FORMA: Buono. Dopo una serie di infortuni che hanno minato la preparazione estiva e questo inizio di campionato, il vento sembra essere girato. Hall è rientrato in gruppo e si allena regolarmente con la squadra e Paolo Moretti può tirare un sospiro di sollievo potendo contare su tutti i suoi giocatori a disposizione.

PUNTO DI FORZA: Il gruppo. Su questo non ci sono dubbi visto che è il marchio di fabbrica di Pistoia e delle squadre di Moretti. La Tesi Group è una squadra tutta nuova, ma già bene amalgamata. Italiani e americani vanno a braccetto e il clima è quello di un grande cameratismo dentro e fuori dal campo.

IL PROBLEMA
: Dare una fisionomia di gioco ben precisa a questa squadra. Il gruppo c’è, adesso occorre capire come sfruttarlo al massimo. Diciamo che Pistoia al momento è un cantiere aperto dove i lavori sono ancora in corso e ce ne vorrà ancora un po’ prima di vedere la vera faccia della Tesi Group. Moretti sta dando la sua impronta soprattutto in difesa mentre in attacco ancora i meccanismi non sono del tutto oliati.

LA STELLA: Un termine da non usare quando si parla delle squadre di Paolo Moretti. E’ il gruppo l’unica stella perché non ci sono prime donne, ma tanti buoni attori che a turno possono ricoprire il ruolo di protagonista.

LA VIRTUS COS’E’: Una partita da vincere perché vorrebbe dire conquistare due punti pesanti contro una diretta avversaria e, cosa non di poco conto, prendersi il primo successo casalingo. La Virtus, però, è anche altro. E’ la storia della pallacanestro italiana, è la storia di tanti grandi campioni tra cui Paolino Moretti, è la storia di una città che, non a caso, veniva chiamata Basket City.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts