21 Settembre, 2021

Villalta, Albertini e il futuro della Virtus

Villalta, Albertini e il futuro della Virtus

Conferenza stampa di fine stagione per il presidente Renato Villalta e il vice Claudio Albertini. In Arcoveggio, i vertici della Virtus hanno parlato della stagione appena conclusa, con il sorprendente ottavo posto e qualificazione ai playoff, e di quello che sarà il futuro del club. L’obiettivo è consolidarsi dal punto di vista tecnico e societario, continuando sulla strada intrapresa quest’anno.

OBIETTIVO: “Sarà difficile dire che la priorità sia la salvezza – spiega Villalta – Caratterialmente sono convinto che siamo fatti per migliorarci sempre, tornare indietro sarebbe contro natura. Credo che coscientemente dobbiamo considerare che l’obiettivo sia di nuovo quello dei playoff“.

SQUADRA: “Vogliamo mantenere lo zoccolo duro della squadra e a tal proposito annuncio che Gaddy ha rinnovato per due anni – dice Villalta – Ci stiamo muovendo anche con altri giocatori, abbiamo trattative in ballo. Per la presentazione della campagna abbonamenti (attorno al 10 giugno) conto di aver rifirmato altri 3-4 giocatori da aggiungere ai 4 che abbiamo già sotto contratto. White e Hazell? Abbiamo avuto colloqui con gli agenti, ci hanno formulato delle richieste e noi abbiamo fatto le nostre proposte. Da ambo le parti ci auspichiamo di trovare un punto di incontro perché sono due giocatori che ci hanno dato molto quest’anno e possono dare molto l’anno prossimo. Abbiamo dei punti fermi e non vogliamo fare il passo più lungo della gamba“.

SOCIETA’: “Quest’anno si è tornato a parlare solo di pallacanestro e da luglio scorso non si è più parlato di problemi societari, questo è il nostro playoff – sottolinea Claudio Albertini – La situazione finanziaria è in graduale e costante miglioramento anche se non sono stati superati tutti i problemi. Li supereremo, ci vorrà pazienza, ma li abbiamo gestiti in maniera tranquilla senza effetti sulla squadra, gestendo tutto con la grande collaborazione delle controparti per il pregresso. Abbiamo definito tutto e lo stiamo gestendo. Tutto ciò possibile grazie al forte e convinto sostegno della Fondazione. Siamo su un percorso che in 12-18 mesi ci porterà a ristabilire condizioni ideali, il sogno è avere entrate pari alle uscite“.

BUDGET: “Non è ancora definito – spiega Albertini – Ci stiamo lavorando, sarà superiore all’anno scorso ma non faremo follie per avere o trattenere giocatori che faranno richieste al di fuori dei nostri parametri. Il prodotto che offriamo deve essere sempre più appetibile per i tifosi e gli sponsor, che sono le nostre uniche entrate. Lo scorso anno abbiamo operato un taglio notevole agli abbonamenti perché venivano da due annate deludenti. Quest’anno di sicuro i prezzi non caleranno, veniamo da un campionato che ha dato soddisfazioni, c’è entusiasmo diffuso, serve che ognuno faccia la sua parte“.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts