03 Dicembre, 2022

Virtus 1966-67 e 1967-68, prima della grande paura

Virtus 1966-67 e 1967-68, prima della grande paura
Photo Credit To Lombardi, Mills (coperto) e Raffaele in Fargas-Candy (foto tratta da www.virtuspedia.it)

Nella stagione 1966-67 Zambonelli torna presidente, il ceko Jaroslav Sip subentra a Mario Alesini, ma delude l’americano Dave Mills e uno strepitoso Gianfranco “Dado” Lombardi, che batte tutti gli americani con 25 punti di media e conquista la Coppa d’Oro dei frombolieri, non basta a tenere in quota la Candy che retrocede dal quarto al sesto posto.

Sono arrivati Roberto Raffaele (terzo livornese in squadra) e Giuseppe “Pippo” Rundo. Operato al ginocchio Ettore Zuccheri. Alla penultima giornata un’impennata: l’Ignis, ormai definitivamente seconda, cade a Bologna, ma il cannoniere principe stavolta non è Lombardi, “solo” 19 punti, bensì Corrado Pellanera, autore di 22 punti. È anche la stagione dei primi derby contro la Fortitudo dopo quelli disputati nel torneo invernale di propaganda e nel campionato regionale di seconda divisione nel 1932/33, gare che si potevano considerare di carattere amichevole.

Il primo lo vincono i bianconeri in casa della Fortitudo, 66-73, con 30 punti di Lombardi, nel secondo il cannoniere delle V nere fa un punto in meno, ma la Virtus viene nettamente sconfitta 63-78. Il calo di rendimento è riscontrabile anche nei tornei disputati: a parte la vittoria in quello di Ozieri, la Virtus è seconda nel Trofeo Lovari di Lucca, in quello di Cagliari, nella Coppa Emilia, nel torneo Ferwoollen di Lodi, è terza nel Trofeo Oransoda a Cantù e nel Trofeo Gianfranco Bersani disputato al campo dei Salesiani e ultima nei tornei di Caserta e Chieti.

Ignis Varese ed Eldorano frenano la Virtus nello sprint scudetto

Con l’arrivo di un buon americano, Keith Swagerty, le cose migliorano nell’annata 1967-68. La Virtus si lascia dietro Ignis e Simmenthal e in testa fiancheggia lungamente le emergenti Cantù e Partenope. Ma a quattro domeniche dalla fine Cantù, Napoli e Bologna sono appaiate, segue il Simmenthal con una sconfitta in più.

L’Ignis vince a Bologna, poi la Virtus perderà anche il derby contro l’Eldorado; nelle ultime quattro giornate collezionano due sconfitte anche Partenope e Simmenthal, mentre l’Oransoda Cantù fa percorso netto. Altro 3° posto per i bolognesi, ma alla pari con i napoletani secondi, dietro solo ai canturini. Successo internazionale nel Trofeo Fumagalli disputato a Bologna, battendo, OKK Beograd, Joventut Badalona e Racing Bell Malines.

Virtus 1967-68
Lotta a rimbalzo nella partita contro il Simmenthal. Lo cattura Rundo, tra, Swagerty e Pellanera (foto tratta da www.virtuspedia.it).


A cura di Ezio Liporesi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts