17 Maggio, 2022

Virtus batte Pesaro ed è in testa al campionato

Virtus batte Pesaro ed è in testa al campionato
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Vittoria ampia e netta per la Virtus che rimane così sola in testa al campionato con l’inattesa sconfitta di Sassari in casa con Trieste. Gara mai in bilico, la differenza vista sui legni è parsa enorme, la lotta a rimbalzo persino impensabile nello stesso campionato, ed il divario finale pure striminzito, quasi non si volesse infierire oltremodo.

Segnali positivi da tutti, qualche palla persa evitabile ma difficile rimanere concentrati quando appena si spinge sull’acceleratore l’allungo è immediato. Buoni minuti e ben distribuiti, tempo pure per Nikolic e Deri, a dimostrazione di una vittoria di squadra ben gestita sia in difesa, con poche dimenticanze quasi tutte nell’ultimo inutile quarto, sia davanti dove tutti son stati protagonisti.


Weems c’è e parte in quintetto con Gaines, Pesaro va subito col debutto di Pusica in play e Chapman in centro che in avvio subisce Gamble. Coi punti di Gaines la Virtus sta davanti, dall’altra parte Drell si mette in luce ma il finale coi palloni di Teodosic permette alle V nere il vantaggio di +6. Dominio a rimbalzo e buone medie (78% da 2), dietro non tutto al meglio.

Il primo tentativo di fuga è abortito per qualche leggerezza di troppo, dal +9 al +3, ma Teodosic riprende a dipingere basket e la Virtus va, anche col talento di Valjevo seduto grazie ai 16 di Gaines. Il +23 ben prima della pausa lunga addormenta la partita fino al contatto duro tra Hunter e Barford sulla sirena chiuso con un doppio antisportivo non proprio comprensibile. A rimbalzo c’è solo la Segafredo che tira pure divinamente, 15/20 e 6/11. Di là solo Drell ha un senso, il resto è a caso.

Cambia poco nella terza frazione, Virtus sempre avanti di 20 e giochi che iniziano a farsi svogliati, da una parte non ci sono soluzioni per rimediare, dall’altra inutile infierire. All’ultima pausa c’è un +22, sprecando pure ai liberi.

Fosse baseball gli ultimi 10’ sarebbero soppressi per manifesta inferiorità, qui invece occorre farlo, spazi concessi dalla Virtus fino ad un +14 che potrebbe pure riaprire i giochi, ma è solo un calo di concentrazione che un attimo di attenzione in più spazza via. Anche Nikolic s’iscrive alla partita per la 6° vittoria dell’annata, attendendo Varese in campionato, che arriverà sabato a Bologna dopo il riposo, ben diversa la situazione Segafredo che avrà l’impegno di coppa.

Prossima partita sarà martedì 15 ottobre ore 20:30 al PalaDozza con Andorra in Eurocup, diretta Eurosport Player e Radio Bologna Uno.

Il tebellino

Carpegna Prosciutto Basket Pesaro-Virtus Segafredo Bologna 79-94
Parziali: (19-25; 35-54; 48-70)
Carpegna Prosciutto Basket Pesaro: Barford 18 , Drell 16, Mussini 9, Pusica 4, Maschi 3, Eboua 2, Alessandrini, Thomas 8, Totè 3, Zanotti 3, Chapman 13, Mujakovic. All. Perego.
Virtus Segafredo Bologna
: Gaines 19, Deri, Pajola 9, Baldi Rossi, Markovic 3, Ricci 7, Cournooh, Hunter 14, Weems 13, Nikolic 3, Teodosic 8, Gamble 18. All. Djordjevic.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts