20 Gennaio, 2022

Virtus-Cantù, Top & Flop del match

Virtus-Cantù, Top & Flop del match

I migliori e peggiori del match tra la Segafredo Virtus Bologna e la Red October Cantù giocato al PalaDozza e vinto dai bianconeri col risultato di 90-81, per quella che è stata la 6. giornata di campionato di Serie A Postemobile Stagione 2018-19.

TOP

Dejan Kravic
Entra di rincorsa dopo i guai iniziali e si erge a padrone del pitturato offensivo, lì spadroneggia ben assistito da Taylor ma una volta preso il vizio anche da solo. Gioca una partita che vale il 6 anche di Qvale, visto quanto richiesto dal coach in pre partita.

Pietro Aradori
Fa cesto, tanto e quando nessuno nemmeno ne aveva idea, ma oggi lo vediamo difendere come non capita quasi mai, prestazione di altissimo livello.

Davon Jefferson
E’ un rebus di difficile soluzione per tutto l’incontro, 22+11, Kravic però lo elude facendogli male offensivamente, ma rimane il giocatore che più ha causato problemi alle V nere.


FLOP

Kevin Punter
Nervoso fin dall’avvio, cade in falli precoci che lo panchinano a lungo, non entra mai in confidenza con la partita anche quando riproposto nel secondo tempo.

Italiani di Cantù
Il nulla, OK l’assenza di Parrillo, ma non un punto, presenza ombra, anche contando l’oriundo Tavernari al quasi nulla rimaniamo. Nonostante siano scesi da 7 a 6 stranieri l’impatto italico se possibile è diminuito.

Brian Qvale
Decisamente affaticato, prova a partire ma è sempre un passo indietro, buon per lui che Kravic giochi una partita di altissimo livello per compensare le sue difficoltà fisiche che dovranno trovare rimedio se la Virtus vuole puntare in alto.


A cura di Luca Cocchi

About The Author

Related posts