30 Settembre, 2022

Virtus, con Trento arriva
la 7ª sconfitta casalinga

Virtus, con Trento arriva <br>la 7ª sconfitta casalinga
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Imballata da 19 giorni di stop, senza 2 giocatori (Tessitori e Weems), la Virtus incappa in una nuova sconfitta casalinga (7ª in campionato) che non preclude nulla se non lasciare una pessima impressione verso gli imminenti playoff. I risultati dagli altri campi aiutano nel mantenere il 3° posto, proprio la ripartenza di Brindisi è oro colato, ma giovedì servirà metterci altro perché nessuno regalerà nulla.

Un buon avvio fino al +8, poi la nebbia si è fatto fitta e nessun bianconero ha avuto continuità per provare a giocarla e vincerla. Un pareggio nel terzo quarto quando Molin ha dovuto rinunciare a Martin, un’illusione di Belinelli in avvio 4°, poi sempre gli ospiti a condurre, trovando dall’arco le solite gioie che la Segafredo incondizionatamente concede con banale semplicità.

Pur tirando bene da 2 è complesso giocarsela nel basket moderno quando dai 6,25 piove di tutto, oggi sono 15 triple subite su 31 tentate, troppo pesante il dato. Se aggiungiamo 16 perse, una difesa ondivaga (91 subiti in casa, abbiamo più di un problema) e un’area che dopo i primi assaggi è diventata una giungla inesplorabile, il gioco Virtus non si è visto, da prendersi come un allenamento agonistico per impegni più probanti, cercando di trovare museruole adeguate a giocatori come Browne e Williams, oggi eroi senza nessuno a limitarli.

Male un po’ tutto, da meditare e guarire, trovando un tabellone playoff amico, fino all’ipotetica finale, evitate Milano, Venezia e Sassari.


DJ parte a trazione serba, Molin (ex da vice di Messina) è tutto straniero, con Teo ad illuminare i compagni, soprattutto Gamble e Abass. Ma Trento non molla, appena le medie bianconere calano il campo aperto premia i trentini che impattano a 16 e sbagliano più volte il cesto del sorpasso. Con la prima bomba di serata, la Segafredo firma il +4 alla prima pausa, dove gli ospiti trovano luce dall’arco ma pure una grande stoppata di Williams subita da Abass che sfrutta bene l’assenza di Weems. Virtus bene da 2, all’opposto gli avversari, in 10’ di solo 3 perse in totale.

Ritmi sciolti, Virtus che scappa, ma ancora dall’arco Trento resta lì e impatta dal -8 con 6 triple a referto dopo solo 13’. La corsa non si ferma e gli ospiti mettono la freccia, il canestro diviene utopia con parziale di 1-14. Dal -9 si rimedia con un buon ultimo giro di lancette per un -4 alla pausa lunga, tanta fatica offensiva quando la difesa trentina ha chiuso l’area. La regola del tiro dall’arco è ancora pesante, 4/14 contro 9/18, perfino tirar bene da 2 vale poco. Male le 6 perse nella frazione, causa principe dei soli 16 segnati, insistendo in un’area un po’ troppo intasata.

E’ sempre Trento a tenere il vantaggio, reagendo alle timide prove di riaggancio, legate alle illuminazioni di Teodosic, altrimenti l’attacco tentenna. Il pareggio a 55 dura zero, Williams si destreggia in area e i suoi ripartono prendendo spinta dalla difesa intensa di Forray. Il -3 è pur buono per quanto a lungo visto tra perse, tiri scentrati e amnesie difensive.
Belinelli è caldo e sorpassa, Browne non ci sta e il vantaggio è ospite in un attimo. L’arco è sempre amico degli ospiti, a quel punto inseguire diviene pesante, Trento è cinica nel picchiare dove fa più male ed è di nuovo -10. La Virtus non ne ha più, davanti non c’è gioco, dietro non si tiene nulla, Trento vince in scioltezza garantendosi i playoff dopo una partenza difficile. La Virtus dovrà ritrovare la faccia migliore in pochi giorni, l’attende Treviso, sconfitta 2 volte su 2 in campionato, ma vuol dire poco da qui in avanti.

Prossima partita sarà il primo turno di playoff giovedì 13 alla Segafredo Arena, diretta Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Dolomiti Energia Trentino 83-91
(25-21; 41-45; 62-65)
Virtus Segafredo Bologna: Deri n.e. Belinelli 22, Pajola 8, Alibegovic, Markovic, Ricci 3, Adams 3, Hunter 7, Nikolic n.e. Teodosic 15, Gamble 13, Abass 12. All. Đorđević.
Dolomiti Energia Trentino: Martin 2, Jovanovic n.e. Pascolo n.e. Conti n.e. Browne 26, Forray 9, Sanders 6, Mezzanotte, Morgan 8, Williams 20, Ladurner 2, Maye 18. All. Molin.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts