31 Gennaio, 2023

Virtus, continuano le vittorie esterne… battuta Cremona

Virtus, continuano le vittorie esterne… battuta Cremona
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Rimane intonso il percorso esterno della Virtus, prendendosi di forza la vittoria a Cremona dopo aver giocato con l’elastico fino al 24’, poi dal 49 pari, la coppia Hunter-Teodosic non ha più sbagliato una scelta offensiva e su quelle sicurezze anche la difesa è salita di livello per chiudere in tranquillità l’incontro.

Cremona, senza il play Williams, ha tenuto fin quando Poeta ha avuto luce (e ne ha avuta tanta). Ad un certo punto però, le scelte di DJ hanno trovato l’arco di volta davanti e dietro e sulla partita è sceso anticipatamente il sipario. Un attacco fatto di tante, troppe triple (33 col 27%) date anche le medie ben diverse da lontano anziché andando al ferro (74% da 2), la difesa ha lavorato come richiesto dal coach solo per sprazzi, ma in quelli ha mostrato la faccia cattiva (subito il 41% da 2), quella da Eurocup, certo che vederla più a lungo darebbe qualche certezza in più.

Partita giocata a lungo con quintetti tattici, spesso piccoli dopo un accenno di quintettone nel primo quarto che non ha pagato, Markovic stoico, Belinelli a prendersi tanti tiri, non solo in emergenza, come sempre quando le cose funzionano Weems molto efficace, soprattutto dietro, uno dei primi a crederci. Il tanto temuto Hommes ha faticato, su di lui la difesa ha sempre agito con intensità. Vendicata così la prima sconfitta interna, un viatico per il proseguo della stagione.


DJ conferma i 5 delle ultime 2 partenze, Galbiati inizia con Poeta stante i problemi di Williams TJ, con Gamble a schiacciare il primo possesso. Avvio brioso, con attacchi ben calibrati, da una parte le invenzioni del solito Poeta, dall’altra un buon giro di palla per cesti piedi a terra, da 3 e dal pitturato, a metà +5 Virtus. Le perse salgono con eccessive ricerche di extra passaggio, il pareggio giunge tutto da Battipaglia, l’attacco sistema i problemi delle penetrazioni centrali che le V nere proprio non contengono (Pajola dove sei…). +2 alla prima pausa, sparacchiando da 3 (3/11) e buttando 5 palloni, Vanoli tutta sulle spalle di Poeta.

Perse, falli, ferri dall’arco e penetrazioni concesse, per Cremona pure al piccolo trotto sorpassare è fin troppo banale, +4. Teo a guidare (ma il tiro non va), Hunter d’energia, Belinelli a segnare, ma soprattutto Weems a cancellare Hommes, parziale da 12-0, quando le perse ripartono torna l’affanno difensivo, dai liberi Cremona rientra. Markovic chiude il quarto da leader, Virtus a +7 dopo aver chiuso meglio dietro (3 cesti subiti nel quarto) concedendo solo troppi liberi.

Riparte solo Cremona che a suon di triple arriva in parità, al solito con un Poeta che pare irrefrenabile, meno la difesa Virtus. Seduto il Peppe nazionale, e dall’altra parte salito Teo, la musica cambia, Milos gioca a 2 deliziosamente con Hunter, la Segafredo rimette la freccia al massimo vantaggio fin qui di serata, +10 con la tripla di Weems all’ultima sosta. Frazione dai 2 volti, bene nel finale con difesa che sale di tono al passaggio di Hunter in campo, la sparatoria da 3 pone qualche dubbio su quanto a lungo visto.

Cavalcando Hunter arriva il +17, la partita prosegue su quel divario con difese favolose sul pericolo pubblico n° 1, Hommes. Si tocca anche il +19, poi Palmi riavvicina senza mai mettere preoccupazioni, partita chiusa con largo anticipo, coi pochi presenti che hanno l’opportunità di applaudire l’uscita di Hunter, oggi devastante.

Prossima partita sarà mercoledì 3 febbraio ore 19:00, primo turno di ritorno Top16 a Podgorica col Buducnost, diretta Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Il tebellino

Vanoli Basket Cremona-Virtus Segafredo Bologna 75-88
(23-25; 35-42; 51-61)
Vanoli Basket Cremona: Williams TJ n.e. Trunic, Gallo, Williams J 17, Poeta 13, Mian 9, Lee 8, Cournooh 7, Palmi 10, Hommes 11, Donda. All. Galbiati.
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 3, Deri, Belinelli 17, Alibegovic, Markovic 6, Ricci 7, Adams 5, Hunter 28, Weems 12, Teodosic 2, Gamble 6, Abass 2. All. Đorđević.


Luca Cocchi (BasketCity.net)

About The Author

Related posts