13 Aprile, 2021

Virtus solo pali, Reggio la respinge

Virtus solo pali, Reggio la respinge

Pur incassando una sconfitta meritatissima 66-56, la sensazione è che la Virtus (foto Serra/Virtus Pallacanestro), a Reggio Emilia, abbia sprecato una grande occasione. Perché l’incerottata squadra di Menetti (Silins e Cervi fuori, Cinciarini su una gamba sola) conferma di non essere in grande salute, ma la Granarolo non sa approfittarne. Come sottolineato da Valli nel dopopartita, i bianconeri non sono ancora capaci, soprattutto in trasferta, di adeguarsi a un tipo di partita sporca e ricca di contatti come quella in cui invece sguazzano gli esperti giocatori di Reggio Emilia come Kaukenas, Lavrinovic, Diener e Cinciarini.

La partita è stata bruttissima, con mani quadre e pochissima qualità. La Virtus ha chiuso con il 33% totale al tiro e 3/20 da tre, con molte conclusioni “aperte” sbagliate (Hazell 1/10), Reggio si è arrampicata al 40% e tanto è bastato per portarla a casa. Ray (18 punti) aveva cominciato bene battendo Kaukenas dal palleggio, ma soprattutto nel secondo quarto ha fermato troppo la palla (5 perse) bloccando l’attacco Granarolo. Dalle perse del primo tempo (11) sono nati quei 3-4 contropiede di Kaukenas che hanno aperto il gap, prima a +10 poi a +14 in avvio di ripresa. White (16 e 8 rimbalzi) è parso l’unico in partita, l’unica tripla di Hazell ha dato il -5 a metà ultimo quarto, ma la Virtus non ha mai avuto la necessaria continuità difensiva per poter completare la rimonta e non ha mai dato la sensazione di poter vincere un derby alla portata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts