25 settembre, 2018

Academy 103, il nuovo progetto settore giovanile

Academy 103, il nuovo progetto settore giovanile

È avvenuta questo pomeriggio la conferenza stampa di presentazione congiunta per il nuovo progetto di collaborazione tra la Fortitudo Academy 103, la Progresso Matteiplast e Happy Basket Castelmaggiore per quel che riguarda il settore giovanile e il basket femminile (andata in diretta suRadio Bologna Uno”).

Christian Pavani

Presentiamo oggi un progetto sul settore giovanile che nasce dall’unione tra Fortitudo Academy 103, Happy Basket Castelmaggiore e Matteiplast appunto si uniscono per far crescere i nostri ragazzi. Matteiplast lavorerà sul mondo femminile, mentre noi lavoreremo sul mondo maschile con nuove sinergie. Quello di oggi è il primo passo e noi come Fortitudo cerchiamo di dare il nostro piccolo contributo di visibilità e struttura per questo nuovo percorso”.

Pietro Segata

Quella di oggi è una giornata importante – dice il Presidente dell’Academy 103 –, per quel che mi riguarda ho solo il merito di aver creduto che si potesse dare un futuro alla ‘Effe’, ripartendo dal settore giovanile e dal vivaio, che ha sempre rappresentato per la Fortitudo un punto di partenza nella sua storia.

Al terzo anno dalla rinascita del gruppo giovani con l’Academy col gruppo principale (103) e abbiamo rinnovato per altri tre anni il nostro rapporto, festeggiamo il terzo anno di vita del rinato settore giovanile della Fortitudo. In questo percorso oltre a Christian mi ha aiutato tantissimo Federico, il nostro direttore sportivo, che sta facendo lavoro doppio o triplo, nel senso che ripartire da zero è assai difficile, e Stefano Giannasi che insieme a Massimo Mota che oggi non è potuto essere qui con noi, hanno partecipato al lavoro come consiglieri di amministrazione.

Voi sapete che tre anni fa bisognava mettere in piedi quattro squadre giovanili per permettere alla squadra principale di giocare il proprio campionato, questo è stato il nostro pimo impegno e inizialmente oltre a creare queste quattro squadre che da subito hanno disputato campionati impegnativi, già dallo scorso anno abbiamo ripristinato il servizio di foresteria, oltre a garantire tutti i periodi estivi le attività di camp e tutte quelle attività considerate utili per altri aspetti.

Confermiamo anche quest’anno la foresteria, in cui abbiamo sette ragazzi, una foresteria che può ospitare fino ad otto atleti e attualmente, come detto, ne abbiamo inseriti sette che giocheranno con noi i prossimi campionati, ma quel che più importa è che quest’anno abbiamo trovato un accordo con Happy Basket, cosa che consente di coinvolgere tutto il territorio non solo quello di Castelmaggiore e Trebbo ma anche tutto il territori odella pianura centrale, quindi parte anche questo rapporto importante di integrazione con l’Happy Basket.

La sorpresa è l’integrazione con la Matteiplast e con il settore del basket femminile, una componente anch’essa per noi molto importante perché abbiamo tantissimi tifosi ma anche tantissime tifose praticanti questo sport bellissimo e avvincente non soltanto per gli uomini ma anche per le donne e in particolar modo per Bologna dove Matteiplast ne è la dimostrazione con una grandissima tradizione nel basket femminile. La prossima stagione, quindi la stagione 2019-2020 diventa per questa nostra iniziativa, una stagione decisiva, perché nel concreto incominceremo a misurare i risultati di questa nostra collaborazione”.

Gianfranco Civolani

Sono molto contento di questa iniziativa congiunta – queste le parole del Presidente della Matteiplast –, perché io per 55 anni, perché ho 55 da presidente ininterrotto (record del mondo), avevo 26-27 anni quando ho cominciato.

Siccome io ho sempre pensato più al domani e mai al dopodomani, devo dire che ho anche trascurato molto il settore giovanile questo mi ha portato a spendere un sacco di soldi, però miei e quando i miei vicepresidenti, l’ex giocatrice Valeria Vacchetti e il mio sponsor Stefano Mangherini (signor Matteiplast), mi hanno detto che bisognava pensare di cominciare a cambiare un po’ rotta e pensare al dopodomani e ai giorni successivi al dopodomani, ho detto che non ero la persona più adatta.

Io ho sempre pensato alla prima squadra e basta, ottenendo anche dei risultati ma ora bisogna guardare a quello che può capitare, come si diceva, nel 2019, 2020, 2021 ecc. per quelli che rimarranno, perché io ho 82 anni quindi non è che duro, insomma non voglio ridurmi da novant’enne che gira in carrozzina…

Io continuo, continuo ad occuparmi della prima squadra, altri si occuperanno del settore giovanile ed è molto importante che facciamo questo con la Fortitudo, perché la Fortitudo oggi è una società molto organizzata poi Castelmaggiore eccetera ed è ora che la Fortitudo giochi in A1, ma non per il derby, il derby a me non interessa nulla, ne ho visti tanti vinti dagli uni, vinti dagli altri. A me interessa che Basket City sia sempre ai vertici e ci siano due squadre buone.

Per la Fortitudo quest’anno c’è una buona opportunità, perché non è che le promozioni siano dieci, sono due più una, però, però… la Fortitudo ha fatto una buona squadra, qualche soldino evidentemente c’è e io sono molto contento di fare questa cosa con la Fortitudo perché penso che noi, che non siamo dei piccolissimi e non siamo dei grandissimi, ci mettiamo insieme ad una società molto ben strutturata”.

Stefano Giannasi

Ritengo che sia stato naturale per la Fortitudo – queste le parole del socio Academy – la creazione di un organismo come la Fondazione che ha permesso di creare relazioni efficaci e una struttura che ci permette di prendere decisioni immediate in tempi ridotti e soprattutto molto efficaci.

È stato naturale pensare di creare una relazione forte e programmare e sviluppare il nostro futuro verso Castelmaggiore verso il territorio e i comuni limitrofi.

Sorprendente invece il fatto che forse per un attimo ci siamo dimenticati che meno di un anno fa, ossia nell’agosto del 2017, le prime squadre di Academy iniziavano i loro allenamenti presso l’Academy Sport Village. Dopo meno di un anno la Fondazione è riuscita a creare questa opportunità, dal mio punto di vista molto sorprendente che ci sia questa efficacia, ma evidentemente ci sono persone che sono capaci e stanno dimostrando in questi anni una serietà professionale e un’attitudine verso i giovani non comune.

Non voglio dimenticare Happy Basket. Ho avuto modo di conoscere in queste settimane di trattative, un’unità di intenti e un sentire comune che ci ha permesso di trovare immediatamente una strada percorribile.

Che cosa vorrà portare Fortitudo a Castelmaggiore? Grazie a Federico Politi e al lavoro di Attilio Padovano che vedo qui tra noi, sicuramente quelle risorse tecniche e organizzative che, dopo alcuni anni di esperienza Academy si sono consolidate. Da parte nostra vorremmo anche supportare, io la chiamo una piattaforma, perché il lavoro fatto da queste persone è encomiabile e sempre molto molto scuro da dietro le quinte e non hanno il risalto dei media ma in realtà poi il lavoro dal nulla si trasforma in una società che gestisce e amministra circa duecento ragazzi.
Oggi parte una nuova impresa Fortitudo
”.

Emanuele Barbieri

“Non posso che esprimere la mia felicità e ringraziare Christian e Pietro col quale in questi ultimi mesi ci siamo incontrati più volte per trovare un accordo fondamentale per il territorio – spiega il responsabile di Happy Basket –.

È un progetto che va a valorizzare quello che è nato da me e ho realizzato 11 anni fa come Happy Basket, e che negli ultimi anni insieme al Centro Minibasket di Trebbo di cui responsabile è Beppe Sarti e Tommy Padovano che è responsabile da tre anni a questa parte del nostro settore giovanile, abbiamo fatto fino ad ora.

Oggi ci sono nuove forze che entrano, nuove motivazioni e soprattutto un progetto importante con voglia di ragionare anche sul settore femminile, che con le sole nostre forze non sarebbe stato possibile affrontare e portare avanti”.

Federico Politi

“Oltre a ringraziare tutti, voglio ricordare che a settembre inizieranno iniziative di Open Days itineranti, li chiamiamo così perché sfrutteremo le palestre e gli spazi delle società che sono coinvolte (Trebbo, Academy Sport Village e le palestre di Castelmaggiore) e realizzeremo una serie di giornate dedicate di cui comunicheremo meglio i dettagli sui siti e sui social, il 4 e il 6 settembre e l’11 e il 13 settembre dove uniremo le forze per queste iniziative dove chiameremo ragazzini dal 2005 al 2010 per fare parte del nostro progetto futuro”.

About The Author

Related posts