24 Febbraio, 2024

La Virtus Imola cade nell’ultimo quarto contro Faenza: 62-77

La Virtus Imola cade nell’ultimo quarto contro Faenza: 62-77

La Virtus Neupharma Imola molla l’osso proprio nei quarti più delicati – il primo e l’ultimo – vanificando quanto costruito nei 20 minuti centrali del derby contro Blacks Faenza: 62-77 per gli ospiti il risultato finale, dando il quarto dispiacere consecutivo agli imolesi.


In un “Pala Ruggi” caldo e gremito la Neupharma ospita una Faenza lanciata dalla vittoria interna contro Ozzano. Coach Regazzi opta per uno starting five composto da Barattini in cabina di play makinkg, Balciunas, Magagnoli, Chiappelli ed Ohenhen. Il primo canestro è giallonero, con Barattini abile a trovare in piena area il gigante Ohenhen. Poggi permette il sorpasso a Faneza con un facile appoggio ed apre, dal 8-9, il break di 0-8 che costringe coach Regazzi a spendere il primo time-out. I liberi di Papa spingono Faenza a toccare il +11 ritoccato da Vico per l’8-21, Un parziale di 0-12 chiuso dall’appoggio di Capitan Aglio a pochi passi dal canestro. La Neupharma, in uno dei primi quarti interni più complicati dall’inizio della stagione, chiude sul -16.

Nel secondo quarto, però, gli atleti di Regazzi rientrano sul parquet aggredendo, sportivamente, Faenza, recuperando sette dei sedici punti (20-29), grazie a un super Barattini che va in doppia cifra nei primissimi minuti. Dal canto loro, gli ospiti sono più parsimoniosi ma incisivi dall’arco e, piano piano, riguadagnano un vantaggio notevole sui padroni di casa: quando mancano due minuti al rientro negli spogliatoi, +20 (22-42). Balciunas riporta a punti i gialloneri con due triple (4/12 di squadra) che permette fa sperare per il secondo tempo.

Difatti, i gialloneri riprovano a partire con una marcia in più: e il parziale di 11-0 (33-42) nel primo minuto lo dimostra, con l’assist di Barattini a tutto campo per Ohenhen che costringe Garelli a chiamare immediatamente un time-out. Faenza, come gli altri due quarti, risponde tenendo a debita distanza i padroni di casa – Siberna e Pastore, fino allora, perfetti dai due punti – ma basta fino a un certo punto. Ohenhen sigla il -6 (46-52), Magagnoli sgranocchia un altro tassello con la tripla per il -5 (49-54), Faenza non è infallibile dai liberi, Barattini pure (5/9 fino a quel momento), ma la Virtus chiude solo a -6 (52-58).

Le “bombe” di Galassi, Poggi e Petrucci lanciano un segnale per la Raggisolaris (52-67), facendo arrabbiare coach Regazzi che richiama tutti in panchina. Con il passare dei minuti, i gialloneri rovinano quanto recuperato nel secondo e terzo quarto, con gli ospiti capaci di piazzare un parziale di 0-14: Ohenhen apre, per la prima volta nel periodo, il canestro dei ravennati a due minuti dal suono della sirena.

Prossimo appuntamento domenica 12 novembre, in casa della Civitus Allianz Vicenza.


Virtus Neupharma Imola-Blacks Faenza 62-77
(10-26; 28-42; 52-58)
Virtus Neupharma Imola: Masciarelli, Dalpozzo 3, Aglio 2, Morara 2, Magagnoli 8, Morina 4, Chiappelli 2, Alberti n.e., Barattini 13, Balciunas 12, Ohenhen 16, Vannini n.e. Coach: Regazzi.
Blacks Faenza: Galassi 12, Papa 7, Siberna 11, Vico 9, Naccari, Poggi 12, Ballarin, Petrucci 4, Santandrea, Aromando 12, Tomasini n.e., Pastore 10. Coach: Garelli.
Arbitri: Rezzoagli di Rapallo (GE), Mammola di Chiavari (GE)
Note: 1Q 10-26; 2Q 18-16; 3Q 24-16; 4Q 10-19


Post source : Enrico Bonzanini Area Comunicazione - Virtus Imola (www.virtusimola.it)

About The Author

Related posts