22 Febbraio, 2024

Virtus, le vittorie in trasferta contro il Maccabi

Virtus, le vittorie in trasferta contro il Maccabi
Photo Credit To Virtuspedia

Anche se non si giocherà a Tel Aviv, ma a Belgrado, raccontiamo la storia dei 4 blitz vittoriosi nelle trasferte contro il Maccabi.

Nel 1992 si va a Tel Aviv per l’ultima gara del girone. Parte male la Virtus 32-15 al 10′, ma con la zona si porta avanti all’intervallo 39-40. Equilibrio nel secondo tempo rotto sulla sirena dal canestro di Zdovc: 81-83. Un incredibile intreccio di risultati porta la Virtus alla vittoria nel girone, giungendo pari al Barcellona sconfitto dal fanalino di coda Caserta e agli stessi israeliani. Le V nere prevalgono per classifica avulsa, mentre il Cibona sconfitto rimane indietro di due punti. La Virtus va ad affrontare il Partizan con il fattore campo a favore nella bella, che purtroppo perderà.

L’anno dopo, passato il turno preliminare, nel girone la Knorr inizia perdendo tre gare su quattro e per restare in corsa in Europa, bisognerebbe vincere a Tel Aviv, ma il Maccabi nel primo tempo vola, due parziali di 7-0 e uno di 15-4 scrivono alla pausa il 47-37, che poco prima era stato 47-35. Brunamonti e Danilovic portano la Virtus a meno uno, al 26′ si registra il primo vantaggio, 53-55; Sasha tiene la Virtus in partita, risulterà il migliore realizzatore e rimbalzista, con 26 punti e 11 palloni catturati sotto i tabelloni, Coldebella è un leone, ma commette il quinto fallo al 39′, quando sull’80-77 sembra ardua per i bolognesi. Si scatena Moretti: pareggia con una tripla e sulla sirena segna il canestro decisivo, 80-82 per la Virtus che, sempre sul filo di lana, bissa il blitz dell’anno prima. Anche grazie a quei due punti la Virtus agganciò il quarto posto utile per qualificarsi al turno successivo.

Nel 1996 In Israele si va con Coldebella che soffre di una borsite al gomito con problemi per Abbio, inoltre Binelli parte in panchina, in quanto vittima di problemi intestinali. Carera e Woolridge sono in quintetto, ma il reparto lunghi, già privo di Morandotti e con Orlando non ancora la 100%, è vistosamente menomato. Bologna parte bene, 16-22, ma un parziale di 21-2 ribalta tutto, 37-24, con la Virtus che in 6 minuti segna solo un 2 su 4 ai liberi con Coldebella. Il primo tempo si chiude 45-36, grazie a Brunamonti, Abbio e alla zona. Nella ripresa Buckler trasformata: dopo due minuti entra anche Binelli e a trarne vantaggio è sopratttutto Orlando, che al 29′ firma il sorpasso, 56 a 57. Con l’apporto di Moretti (15 punti) i bolognesi prendono vantaggio e al 37’30” con una tripla Komazec porta i suoi sul 71-77, ma subito dopo esce per cinque falli. Ci pensano Abbio e Coldebella a siglare i tiri pesanti che tengono a distanza gli israeliani, poi a 5″ dalla fine segna i liberi della staffa Moretti, già giustiziere qui la stagione precedente, per il terzo blitz consecutivo della Virtus in casa del Maccabi, 83-86. Nonostante la vittoria le V nere terminarono quinte, con gli stessi punti ma davanti al Maccabi. Le due squadre furono quindi eliminate.

Nel 1999, negli ottavi di finale, dopo aver vinto gara uno in casa 78-57, le V nere bissano il successo in trasferta. La Kinder parte forte ed è in testa fin da subito (israeliani avanti nel primo quarto di gara una volta); al 12′ una tripla di Rigaudeau (18 punti) fa registrare il 17-27 e, poco dopo, al 14’30”, un assist di Danilovic per O’ Sullivan porta Bologna sul 19-31. Il primo tempo si chiude 26-37 con gli israeliani che fanno registrare un 38%, mentre i bolognesi tirano col 67% (alla fine il Maccabi non arriverà al 36%, mentre la Kinder chiuderà con quasi il 58%, oltre il 73% da due punti). Nella ripresa subito un 9-1 locale, per i bianconeri solo un libero di Frosini, ma un parziale aperto da un tiro pesante di Danilovic (ottimo secondo tempo dopo il solo canestro del primo) e chiuso da uno di Abbio riporta la squadra italiana a +11. Le V nere non tremano più, si portano sul 45-59 e chiudono 55-70.


Post source : Ezio Liporesi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts