24 Febbraio, 2024

Virtus sempre avanti, battuta Varese

Virtus sempre avanti, battuta Varese
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Praticamente sempre avanti, imponendo la propria partita, la Virtus fa sua la calda trasferta varesina pur senza il suo popolo, impossibilitatà dalla questura nel seguire la squadra. Vince sfruttando al meglio il solito Belinelli, che nel momento di pessimo gioco totale e attacco inesistente, costruisce per se e per i compagni scrivendo il divario decisivo.

A far sugo ci sono i punti di Zizic che dietro non è una diga su Ulaneo, più sgusciante, capace però di riempire l’area, ma davanti è il riferimento fondamentale, a lui si somma un ultimo quarto incisivo di Lundberg ma soprattutto una difesa di Cordinier assatanata, contro il quale Mannion è andato completamente fuori partita. Per l’ex son più i tiri dei punti, e se al 5/18 aggiungiamo le 3 perse si comprende perché giochi qua e non in Eurolega. Banchi ha provato a dare minuti e riposo a tutti, nel finale ha dovuto attingere anche ad Hackett che forse poteva rifiatare, giostrando col quintetto piccolo poco spazio a Mickey e molto ad Abass, non precisissimo al tiro ma consistente dietro. La difesa Segafredo ha fatto la partita, pagato un po’ coi falli che han permesso più liberi, ma ha tolto le ripartenze avversarie, quelle che contraddistinguno il gioco lombardo, chiuso quello la partita è sempre stata condotta. Si è concesso qualcosa a rimbalzo, soprattutto sotto il proprio canestro, ma tiri particolari portano a questo. 40’ utili e consistenti, buoni per affrontare con le migliori intenzioni il Fenerbahce in Eurolega in settimana, mentre il LBA domenica prossima ci sarà Napoli in fiera.


Largo alle novità per Banchi, Pajola-Lomazs-Belinelli e gli ex Polonara-Dunston, va sul classico invece Bialaszewski, timone a Mannion ed in centro Spencer, dopo le poche note buone di Cauley-Stein. Spara al primo contatto col pallone Varese, i rimbalzi son tutti suoi, e tirando 2 volte ad azione è avanti di 2 a metà frazione. Col giro dei cambi c’è più Virtus, prima Belinelli davanti, poi i compagni anche dietro e V nere a +7. Open spuntata dall’arco (1/7) che vive di ben 6 rimbalzi offensivi, Segafredo con ottima mira e dopo 5’ difficili, brava a chiudere a rimbalzo.
C’è Mascolo a guidare, le difficoltà di Lundberg costano il riaccostare dei padroni di casa in un amen, danese sostituito da Hackett. Ora i rimbalzi son bianconeri, l’impatto di Cordinier pesante, +9 a metà quarto, poi qualche leggerezza offensiva vien pagata dietro, distacco dimezzato. +7 su tiro impiccato di Cordinier alla pausa lunga, sprecando qualche buon giro di palla con triple che non vanno. Meglio i lombardi nel quarto dall’arco, Virtus che pare accontentarsi contro una difesa non proprio ferrea. A metà 7 perse totali, velocità che impatta, ma pure aggressività non elevatissima.
Banali disattenzioni (anche del tavolo…) costano il vantaggio in un avvio ripresa dove non si costruisce nulla, a metà è parità con soli 4 punti segnati. Dopo minuti orribili sblocca i giochi Belinelli, il +8 finale è quasi tutto suo, coadivato da un Zizic che si mangia con facilità Ulaneo.
Come in tutti gli avvii di frazione, la Virtus sonnecchia, il +11 illude e scivola via in un battito di ciglia, si prova a calvalcare Zizic per mantenere un vantaggio tranquillo. Banchi va col quintetto piccolo, a lungo Abass da 4, soluzione che permette tanti cambi difensivi, soluzione che ripaga qualche errore offensivo, pur su tiri costruiti bene. A 3’ si entra sul +10, numerosi errori ma tempo che passa, buon per la Virtus, l’Open pare non crederci più ed arriva quasi comodamente l’undicesima vittoria consecutiva delle V nere su Varese.

Prossima partita sarà giovedì ore 18:45 in Eurolega a Istanbul col Fenerbahce, diretta Sky, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno

Il tabellino

Openjobmetis Varese-Virtus Segafredo Bologna 69-81
(20-27; 40-47; 56-64)
Openjobmetis Varese: Young, Mannion 16, Ulaneo 4, Spencer 12, Woldetensae n.e. Moretti 9, Librizzi 3, Verginio n.e. Hanlan 12, Mcdermott 4, Brown 9. All. Bialazewski.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 7, Lundberg 12, Belinelli 20, Pajola, Mascolo, Lomazs 3, Hackett, Mickey 4, Polonara 4, Zizic 16, Dunston 5, Abass 10. All. Banchi.
Arbitri: Roberto Begnis, Andrea Valzani, Matteo Lucotti.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts