28 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
la Virtus batte l’Alba Berlino

EuroLeague 2023/24: <br>la Virtus batte l’Alba Berlino

Sconfiggendo l’Alba Berlino al termine di 40 sempre condotti, la Virtus si pone in bilancio positivo tra vittorie e sconfitte per la 1° volta dal suo rientro nella massima competizione europea.

A lungo dilagante, finisce col fiato corto ed i tedeschi che provano a rientrare quando c’è stato anche un +18. Altro vantaggio scemato ma non del tutto in una partita da 2 volti, Virtus splendida per tutto il 1° tempo, più in difficoltà in tutto il 2°, retto principalmente coi punti dei lunghi.

Il solco l’ha scavato la difesa, a lungo marchio di fabbrica capace di tenere i tedeschi con medie molto sotto il 40% e forzando 17 perse nei primi 30’. Poi tutto questo lavoro è bastato in una seconda frazione da 50 subiti, va detto però, senza mai rischiare nulla.

Aggrappati a Shengelia, facendo brodo buoni dei punti prima di Belinelli e poi di Mickey, con la sostanza di Pajola e Dunston, mentre Hackett, più riposato, ha condotto nel finale.

Meno efficace del solito Cordinier, visto poco Smith così come Dobric, lavoro sporco per Abass e veloce comparsata per Lundberg, mentre Cacok ha guardato dalla panchina, dietro era già presente Polonara, accolto da una grande applauso. E ora testa subito alla Stella Rossa che arriverà a Bologna dopo la caduta casalinga col Monaco, che evidentemente non era così male venerdì scorso quando è stato piallato dai bianconeri.


Banchi riprista il quintetto da Eurolega, Dunston nel mezzo e Belinelli a sparare, Gonzales privo dei lunghi Wetzell e Koumadje va leggero col campione del mondo Thiemann e Olinde da 4, a guidare la promessa Samar. Spara dritto il Beli in avvio e la partenza è Virtus, +9 a metà quarto sulla tripla di Cordinier che dietro fa impazzire Brown. Il corri e tira che ne segue trova più sostanza nella Segafredo brava a coinvolgere chiunque pesti il parquet, divario in doppia cifra e finale con Abass da 4 a fianco di Mickey. Il +16 al primo stop è figlio di una difesa ferrea (5 perse forzate, 4/14 concesso) e di medie dall’arco di alto valore (5/11).
Calano le medie offensive (5 punti in 5’, scema il fuoco dall’arco da dove si tira più che da 2), ne risente anche l’intesità difensiva senza però lasciare i tedeschi rientrare in singola cifra di distacco. Non varia lo spartito col rientro del quintetto base, la difesa però si fa più intensa e sulle giocate d’astuzia di Belinelli e Shengelia si chiude a +18. Difesa Segafredo sugli scudi, lascia un mesto 36% dal campo e causa ben 15 perse, Berlino regge solo a rimbalzo (+5). Virtus in rotazione a 10, niente campo fin qui per Lundberg e Cacok.
L’Alba ritrova il tiro dall’arco, a volte pure impiccato, e segnando più in 5’ che nei precedenti 20’ prova a riaprire la partita riaccostando a metà quarto a -9. Sul +8 è’ tempo per Lundberg che segna sullo scadere il +16 dopo che i lunghi avevano scacciato le paure. Il -10 a rimbalzo è suturato del +13 nelle perse al termine di 10’ sistemati dopo che qualche incubo pareva spargersi tra i bianconeri, bucati dall’arco con un pesante 5/8.
Non il basket migliore di serata in avvio ultima frazione, a mantenere avanti la Virtus ci pensa Mickey mentre dopo tanto niente si vede Spagnolo, protagonista assoluto del rientro dei suoi. Banchi ripropone Shengelia, e tra cesti e assist le V nere reggono il finale nonostante la difesa alzi le gambe con troppo anticipo. La chiude a cavallo dell’ultimo minuto una tripla di Cordinier, oggi scentrato.

Prossima partita sarà venerdì ore 20:30 in Eurolega al PalaDozza con Stella Rossa Belgrado (leggi il ritorno di Milos), diretta Sky, streaming DAZN, e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Alba Berlin 87-76
(27-11; 44-26; 67-51)
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 7, Lundberg 3, Belinelli 12, Pajola 3, Smith 3, Dobric 6, Cacok n.e. Shengelia 26, Hackett 5, Mickey 15, Dunston 7, Abass. All. Banchi.
Alba Berlin: Brown 17, Procida 2, Spagnolo 15, Delow 6, Mattiseck 3, Schneider 4, Thomas 2, Nikis 2, Samar, Olinde 10, Thiemann 13, Bean 2. All. Gonzalez.
Arbitri: Emin Mogulkoc, Joseph Bissang, Amit Balak.


 

Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts