23 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
Virtus di autorità, Baskonia battuto

EuroLeague 2023/24: <br>Virtus di autorità, Baskonia battuto

Con una prova di grande autorità, la Virtus si prende la sfida per il 3° posto, ferma una caliente Baskonia e ritorna alla vittoria in trasferta che mancava da fine ottobre. Lo fa prendendo spunti positivi da quasi tutti quelli passati per il campo, partendo dal rientrante Pajola, ma ovviamente con un maestoso Belinelli che continua a dare una mano, anche due, ma forse anche tre!.

Alla sua grande partenza e superbo finale si sono accodati Shengelia, un po’ in calo nel finale, ma concreto nei 29’ in campo, sempre più leader Hackett, senza dimenticare un Cordinier emerso nei momenti del bisogno, con Banchi bravo a cavalcare per non tanti minuti ma fondamentali Abass e Polonara.

Il suo l’ha dato anche Cacok, Dunston nel mezzo ha chiuso pure l’inimmaginabile, meno spazio a Dobric e impreciso Lundberg, mentre a guardare è stato Smith. Dall’altra parte, poco ha inciso Howard, marcato di gambe ma tanto di testa da Pajola, Cordinier ed Hackett, si è pagato sul greco Rogkavopoulos, ma meno dai giocatori più attesi.

Fatica a rimbalzo, grande testa ed intensità nel secondo tempo, tirando bene da 3, e non sprecando praticamente nulla, solo 7 perse. Serviva un colpo in trasferta per ridare fiato a classifica e morale, è arrivata, e sia davanti, esia dietro imponendo la propria visione di gioco.


Dopo una grandissimo omaggio a Polonara per il suo passato vincente a Vitoria, Banchi parte coi 5 di Milano, Cacok da subito, Ivanovic tiene di rincorsa Howard e Moneke, la sorpresa è Diez, unico spagnolo a roster. Con le triple la Virtus prova a scappare, un Belinelli caliente fa +11 poco dopo metà. Col giro dei cambi la Virtus regge il vantaggio fino a +14 con tripla di Pajola, sempre incollato a Howard dietro, nel finale qualcosa si spreca per il +9 al primo stop. Il 4/5 da 3 dice molto, come la sola persa per un attacco fluente ed una difesa che contenuta la sfuriata di Kotsar subisce solo Howard, che in 5’ spara già 5 triple, 2 a segno.

Cala l’intensità bianconera, o meglio, sale quella di casa coi tanti quintetti provati da Ivanovic, son le triple che ancora reggono l’attacco ma il vantaggio ad ogni minuto sciala via. Con quelle, non di Howard (Marinkovic 3/3), i baschi sorpassano al 17’, un incredibile 2+1 di Toko ferma l’emorragia ma resta comunque un punto a favore di Vitoria. Calate le medie, molto sotto a rimbalzo (12-6 nella frazione), l’attacco ha balbettato costringendo la difesa ad andare di rincorsa, così Baskonia ha colpito pesantemente (5/8 da 3) recuperando anche molti liberi. 2 quarti all’opposto, l’inerzia pare però a favore dei baschi.
I padroni di casa provan sempre a star davanti, la Virtus regge e resta a contatto giocando col doppio play, proprio il duo firma il sorpasso. A rimbalzo si fatica, ma con pazienza davanti in cooperativa si trovano punti, la difesa sale di livello e ingarbuglia soprattutto le linee di passaggio, subendo solo da 3 e ai liberi per un +3 corposo.

Il vantaggio scappa via su boiate di Lundberg, l’apporto di Abass è concreto e la Virtus non cede, a metà è +5, sprecando pure l’allungo. Hackett e Cordinier fanno +9, ma un 2 (senza 1) di Moneke spezza l’inerzia, ancora Toko per il +9 all’ingresso degli ultimi 2’. Tolto Dunston nel mezzo, si paga subito dazio, ma Belinelli incredibilmente libero rimette a posto le cose. Finita? No, Sedekerskis con 2+1, +6 a 73”. Shengelia sbaglia e subisce un altro 2 (senza 1, pesantissimo errore) da MillerMcIntyre, di nuovo il Beli per il +7 a 15”. Abass dilata sulla sirena, per un divario che potrebbe tornar utile nel proseguo. Resta una vittoria pesantissima, che consolida ulteriormente il 3° fantastico ed incredibile posto.

Prossima partita sarà venerdì ore 20:30 in LBA alla Segafredo Arena con Venezia, diretta Eurosport2, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

Baskonia Vitoria-Gasteiz-Virtus Segafredo Bologna 81-91
(15-24; 43-42: 60-63)
Baskonia Vitoria-Gasteiz: Howard 11, Mannion n.e. Raieste, Chiozza, Sedekerskis 7, Marinkovic 9, Miller-McIntyre 10, Diez, Rogkavopoulos 11, Diop 4, Kotsar 13, Moneke 16. All. Ivanovic.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 12, Lundberg 1, Belinelli 27, Pajola 9, Smith n.e. Dobric 2, Cacok 4, Shengelia 16, Hackett 6, Polonara, Dunston 6, Abass 8. All. Banchi.
Arbitri: Olegs Latisevs, Uros Nikolic e Denis Hadzic.


 

Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts