28 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
Luca Banchi post match Maccabi Tel Aviv B.C.

EuroLeague 2023/24: <br>Luca Banchi post match Maccabi Tel Aviv B.C.
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Le paroledi coach Luca Banchi al termine del match Virtus Segafredo Bologna-Maccabi Playtika Tel Aviv, 13ª giornata della Turkish Airlines Euroleague 2023/24, giocata alla Segafredo Arena.

Una bella e importante vittoria. Siamo stati solidi e consistenti per tutti i 40’. Il Maccabi ha enorme talento offensivo, l’ha fatto vedere dall’inizio. Siamo stati a contatto nel primo tempo, provando a contenerli non sempre con profitto, poi abbiamo aggiustato alcune cose, soprattutto in attacco, dopo le 10 perse del primo tempo. Non è frequente nel basket europeo vedere le squadre correre da canestro subito. Siamo stati davvero solidi, lavorando su piccoli dettagli. In una partita così devi stare concentrato, non diventare frenetico, e alla fine siamo stati molto intelligenti a incanalare la gara nella nostra direzione, nel nostro territorio. Rispetto al Barcellona abbiamo fatto lo stesso tipo di partita, contro avversari molto diversi. E la squadra ha trovato dentro di sé le risorse per aggiustare le cose e trovare il flusso a noi più congeniale.
Ora pensiamo alla prossima partita in trasferta
”.

Ogni volta c’è un nuovo protagonista?
Avere cura dei possessi è determinante per noi, abbiamo fatto una grandissima partita difensiva anche con 90 punti subiti. Il Maccabi è una squadra fortemente orientata alla parte offensiva, noi abbiamo cercato di giocare la miglior partita possibile. Ci sono stati tanti protagonisti, più o meno evidenti, con tanti quintetti e buona collaborazione difensiva. Smith ha fatto una buona partita, come molti compagni. Poi siamo sempre in emergenza, Bruno Mascolo si è infortunato mercoledì, oggi Jordan Mickey, tra l’altro lui e Shengelia non si erano allenati ieri. Siamo a gestire l’urgenza e l’emergenza, problemi inevitabili quando giochi con questa frequenza, giocando molto e viaggiando molto accumuli fatica su testa e gambe dei giocatori. E’ importante spremere risorse ed energie da tutti”.

L’anima della Virtus?
È una squadra che cerca di far tesoro della presenza di tanti giocatori esperti, a ogni livello, dalla NBA all’Eurolega al campionato italiano. E che hanno un vissuto comune, che dà dei vantaggi. Il mio compito era quello di normalizzare un ambiente che aveva vissuto uno stress estivo forse inopportuno, e ritrovare una linea per valorizzare le risorse che abbiamo in organico. E sono tante: grandi campioni, la struttura di gioco lasciata dal precedente allenatore, la cultura vincente del club. In una stagione lunghissima cerchiamo di essere più performanti possibili, per arrivare a essere competitivi domenica pomeriggio, tra meno di 48 ore”.


Post source : Jacopo Cavalli Ufficio Comunicazione Virtus Pallacanestro Bologna (www.virtus.it)

About The Author

Related posts