23 Maggio, 2024

ULTIME NOTIZIE

La Virtus batte Reggio Emilia
e si prende il primo posto in classifica

La Virtus batte Reggio Emilia <br>e si prende il primo posto in classifica
Photo Credit To Matteo Marchi / Ciamillo / Virtus Segafredo Bologna

Cade la kripotonite Reggio per la Virtus, al terzo tentativo sconfigge i biancorossi e tiene il servizio verso il 1° posto in LBA. Ne serviranno ancora 2, con Tortona domenica e con Trento all’ultima.

Intanto Reggio è stata domata con una partita quasi sempre in vantaggio, controllata dopo un minimo affanno iniziale. Un primo tempo da leccarsi i baffi, una ripresa con attacco offuscato e difesa che ha retto, andamento sinusoidale che ricorda la stagione in Eurolega. Grande avvio, parte a seguire difficoltosa, spunto finale egregio. 57 nel 1° tempo, 26 nel 2°, retto a rimbalzo e gettate 13 palle, intensità che andava e veniva seguendo i momenti buoni dei più, nessuno ottimo per 40’, nessuno così male a lungo.

Anche Reggio ci ha messo del suo, non credendoci a fondo quando la Virtus aveva staccato la spina. All’avvio del 4° quarto è stato Shengelia e prendersi le responsabilità, a lungo coadiuvato da un buon Zizic, soliti spunti di Polonara mentre oggi davanti è mancato Abass, bravo però a togliere dalla partita in avvio Galloway, su cui ha continuato a lavorare egregiamente Cordinier. Sufficiente in una serata che ha ditribuito minutaggi a parte Dobric, ancora n.e.


Fuori Dunston e Lomazs per turnover e Pajola per influenza, Banchi va con Hackett, il resto inedito, Abass, Lundberg, Zizic e Polonara. Priftis ritrova Weber e resta fedele al solito quintetto. Briglie sciolte in avvio, difesa non impermeabile e sulle prime perse, banali, Reggio sorpassa a metà, +4 e 14 subiti. Gira tutto il quintetto tranne Iffe che trova luci dall’arco, la reazione è immediata è c’è il vantaggio, fermato dal bonus, allungato da Mascolo con giocate da campetto, e da Shengelia sulla sirena, +6 al primo stop. Il 70% al tiro dice molto dei 29 a referto con buoni spunti di Zizic al ferro, mentre Abass ha spento Galloway.

I giochi a 2 Beli&Toko spingono la Segafredo a +10, vantaggio che si allarga quando la difesa sale un po’ d’intensità, cosa che Reggio non fa come dimostrano anche i pochi falli, 5 in 17’. +16 alla pausa lunga con l’irreale 84% da 2 che toglie pregio al 50% da 3, +7 a rimbalzo, non fosse per le 6 perse si rasenterebbe la perfezione. Reggio prova a non sprofondare coi liberi, ma il pessimo 2/12 da 3 l’affossa.

Meno intensità alla ripartenza, vantaggio V nere tranquillizzante con Banchi che ci parla sopra sul +13 dopo aver visto il +19. Non segna più la Virtus, 6 in oltre 9’ Reggio ci crede poco e spreca facili occasioni di rientro, fin quando da seconda opportunità Uglietti pesca la tripla del -8. Ne restano 7 all’ultima pausa in una frazione rabbrividente, 2/16 dal campo, sotto a rimbalzo e 5 perse, dove nessuno si salva.

Shengelia si fa perdonare davanti qualche leggerezza dietro ritrovando la doppia cifra di vantaggio mentre i 4 falli di Hackett danno le chiavi a Lundberg. Senza picchi da ambo i lati ci si trascina al piccolo trotto nei minuti finali, al 37’ +11, visto anche un air ball del Beli, senza luci nel 2° tempo. Non segna più la Virtus ma il gruzzolo recuperato è sufficiente per condurre in porto la vittoria, sancita da una tripla a fil di sirena di Hackett.

Prossima partita sarà ore 18:15 a Tortona, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tabellino

Virtus Segafredo Bologna-UNAHOTELS Reggio Emilia 83-73
(29-23; 57-41; 65-58)
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 9, Lundberg 8, Belinelli 12, Dobric n.e. Mascolo 5, Baiocchi n.e. Shengelia 15, Hackett 8, Mickey 6, Polonara 10, Zizic 11, Abass. All. Banchi.
UNAHOTELS Reggio Emilia: Weber 14, Bonaretti n.e. Cipolla n.e. Galloway 12, Faye 4, Smith 4, Uglietti 7, Atkins 2, Black 11, Vitali 8, Grant 4, Chillo 7. All. Priftis.
Arbitri: Lorenzo Baldini, Guido Giovannetti, Antonio Bartolomeo.


 

Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts