23 Febbraio, 2024

La Virtus si prende il match contro Napoli

La Virtus si prende il match contro Napoli
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Vicendo una partita giocata spesso ai mille all’ora, sempre avanti ma mai sicura di averla in faretra se non nei 5’ finali, la Virtus fa suo un incontro non banale contro una Gevi che senza nulla da perdere non s’è mai arresa. Allunga in classifica proprio su Napoli mantenendo il vantaggio di una partita su Milano, il tutto in attesa di un doppio turno in Eurolega basilare per il futuro, mercoledì a Barcellona, venerdì in casa col Partizan. Non tutto oggi ha funzionato, i quintetti stazzati con Zizic e Polonara poco hanno raccolto, molto meglio Mickey e Abass a giostare dietro, a parte Dunston, di nuovo professore del pitturato. Cordinier è stato quello che non ha mai avuto punte negative, Lundberg picchiato duro nel momento decisivo in avvio 4° quarto, Hackett e Pajola condotto con costrutto, mentre Belinelli è andato a folate. Abass, come spesso sovente, ha giostrato in più ruoli, faticando davanti ma ergendosi a diga dietro, in una partita dai tanti possessi, medie elevate ed arbtitri protagonisti oltre ogni necessità. Rotazione a 10, niente spazio per Lomazs e Mascolo, mentre il ritorno di Dobric è ancora in attesa. Impressiona il 74% da 2 come le sole 10 perse, ma va detto che la difesa campana non era la priorità degli uomini di Milicic.


Banchi predispone un quintetto da Eurolega, con Mickey per l’assente Shengelia, Milicic è fedele alla sua linea, Ennis a guidare un quintetto tutto straniero. Ai primi 3 liberi Gevi, la Virtus risponde con un 12-0 con tanto Cordinier, sulle prime incertezze Napoli rientra con buone transizioni. Si gioca a ritmo elevato, Segafredo avanti di almeno 2 possessi nonostante Belinelli non trovi canestri. In un finale in cui gli ospiti sparano al primo tocco quando non la gettano (5), la Virtus affonda nella difesa avversaria, +9 alla prima pausa, con pure un tripla sulla sirena negata a Lundberg e nemmeno rivista dal trio in grigio. Cordinier unico a giocare tutta la frazione, premiato da numeri importanti, 14 di val.

Una difesa meno intensa qualcosa concede, qualche persa di Zizic ferma l’inerzia offensiva ed a metà quarto il +11 sciala via a +4, sotto le triple che piovono copiose. Si va con quintetto piccolo, Abass da 4 per provare a coprire meglio dietro, Napoli impatta, parziale 0-10, quintetto riposto in breve. E’ Hackett ad ispirare l’allungo finale al + per la pausa lunga, con Virtus che pare un’altra con Zizic seduto, condizionante in negativo in questo primo tempo, difficile da coinvolgere e complesso nelle rotazioni difensive su lunghi veloci. Salgon le perse a 6 dopo la sola nei primi 10’, la difessa concede il 60% da 2 ed incassa 7 triple, di là però un irreale 15/17 da 2 permette di condurre.

Con arbitri largamente protagonisti, ahinoi, la Virtus prova a scappare, +11 ispirato da Cordinier e Dunston, condito da un Belinelli entrato in partita dopo qualche affanno, +15. Un antisportivo di un Mickey fin lì positivo interrompe il flusso ed a seguire il quintetto con Polonara-Zizic sbaglia l’insbagliabile. Ne restan 5 di punti, con Pullen sugli scudi, bravo nonostante difese appropriate di Lundberg.

Il danese prova a farsi protagonista anche davanti, mentre i coach vanno con quintetti senza centri di ruolo, ripiegando a seguire Banchi con Mickey a fianco di Abass. E’ ancora Lundberg a piacchiare duro contro l’accenno di zona napoletana tolta immediatamente. Negli ultimi 5’ la Virtus mantiene un vantaggio comodo in doppia cifra valicando quota cento con l’Amleto di Copenaghen mentre il suo popolo intona al solito la litania di Giovanni Lindo Ferretti.

Prossima partita sarà mercoledì ore 20:30 in Eurolega a Barcellona, diretta Sky, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tabellino

Virtus Segafredo Bologna-GEVI Napoli 101-89
(33-24; 55-48; 79-74)
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 19, Lundberg 18, Belinelli 10, Pajola 7, Mascolo n.e. Lomazs n.e. Hackett 8, Mickey 16, Polonara 8, Zizic 6, Dunston 8, Abass 1. All. Banchi.
GEVI Napoli: Pullen 18, Zubcic 4, Ennis 13, De Nicolao 5, Owens 6, Brown 20, Sokolowski 10, Lever 9, Bamba n.e. Mabor Dut Biar 4, Ebeling n.e. Grassi n.e. All. Milicic.
Arbitri: Manuel Mazzoni, Edoardo Gonella, Giulio Pepponi.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts