22 novembre, 2017

Virtus, il preview del match contro la Leonessa Brescia

Virtus, il preview del match contro la Leonessa Brescia
Photo Credit To Roberto Serra / Iguana Press / Virtus Pallacanestro Bologna

Il periodo di ferro Virtus prosegue con l’arrivo al PalaDozza per il posticipo serale di domenica della capolista, l’inattesa Leonessa Brescia che giunge a Bologna col ruolino di marcia immacolato, 6 vittorie su 6 partite. La Segafredo che affronterà la capolista entrerà nell’incontro con la testa ripiegata sulle recenti vicende che hanno coinvolto l’ex a questo punto capitano Guido Rosselli, estromesso dalla rosa nella serata di mercoledì. Sotto ai portici si ode di tutto, i ragazzi di Ramagli faranno meglio a concentrarsi su di un incontro che deve portare 2 punti in classifica dopo le 2 recenti sconfitte al fotofinish con Venezia e Milano.

Brescia è una squadra opposta a queste ultime 2, non vive di singolarità, quindi dimentichiamo Peric o Orelik, Gudaitis o Goudelock, ma di sistema. Un meccanismo fin qui perfetto che stritola gli attacchi avversari partendo da una difesa che concede solo 67 punti, che cambia spesso e sovente nella stessa azione, mentre davanti tutto è in mano alle invenzioni di Luca Vitali che in questo avvio di stagione  valgono quasi 7 assist a partita. Tra i beneficiari il lungo mobile Dario Hunt e l’MVP dello scorso campionato Marcus Laudry su cui la Germani ha puntato molto, ma tra i grandi protagonisti di questa prima parte di campionato troviamo anche Michele Vitali, che tira dall’arco col 54%, bravo non solo in questo aspetto. A completare il gioco la difesa e l’esperienza di Moss che porta così a 3 gli ex virtussini in campo, il supporting cast è costituito da giocatori rodati come Brian Sacchetti che dopo anni di successi ha lasciato la Sardegna e gli esterni Lee Moore e Franco Bushati. Tra i lunghi spazio per Abdel Fall in una squadra piccola che per forza di cose fa della pressione sulla palla il suo credo assoluto, stretta attorno a coach Diana da lungo tempo su quella panchina. Brescia ha deciso di puntare forte su di un nucleo originale di giocatori e staff, i risultati ripagano andando oltre un discorso di nomi e numeri, vero che ad oggi manca nel sul calendario l’aver affrontato grandi squadre, a parte il colpo a Trento. Arriveranno a Bologna senza nulla da perdere, la pressione sarà tutta virtussina, occorrerà far pagare la stazza e le individualità in una partita con rotazioni ridotte ma per una volta non minori dell’avversario, a sua volta ancora senza uno straniero da poter inserire in seguito.

L’attesissima sfida andrà prenderà il via alle ore 20:45, diretta su RaiSport e Eurosport Player, radiocronaca su Radio Bologna Uno.

Luca Cocchi

About The Author

Related posts