15 dicembre, 2017

Virtus, l’inizio della prossima settimana è decisiva per Burns

Virtus, l’inizio della prossima settimana è decisiva per Burns

La Virtus Bologna continua il pressing su Cantù per arrivare a Christian Burns, ma ad oggi c’è da registrare ancora un niente di fatto. I bolognesi hanno messo sul piatto, per convincere l’italo-americano a vestire il bianconero, il pagamento di un ingaggio salariale superiore a quello di Cantù e un contratto fino a giugno 2019. Come riporta infatti “Spicchi d’Arancia”, la Virtus Bologna vorrebbe arrivare al ragazzo classe 1985 per arrivare a fine stagione al premio italiani di 245.000 euro per aver schierato i 5 italiani (con roster appunbto di 5+5) avendo quindi la possibilità di inserire più avanti lo straniero che manca da inizio stagione.

Chi ha tempo non aspetti tempo

La mancanza di un italiano e uno straniero rendono quindi precarie le rotazioni a disposizione del coach livornese e se dovesse essere che Stefano Gentile, investito ieri da un’influenza che ne ha impedito l’allenamento, manchi nella partita di domani, Ramagli si troverebbe solamente sette uomini più Alessandro Pajola (impiegato ad oggi solo in situazione di emergenza) e Danilo Petrovic (non ancora impiegato in questa stagione).
Questa situazione pone il club bianconero nella situazione di voler stringere le maglie ed arrivare ad una conclusione il più in fretta possibile, si parla infatti di una dead line fissata nei primi giorni della prossima settimana approfittando della “pausa Nazionale” per arrivare a Burns, in caso contrario si guarderà altrove.

I soliti noti

Se l’ala grande/centro di Trenton (New Jersey) non arrivasse a vestire la maglia bianconera si guarderà al mercato straniero tornando su Justin Doellman e si fa il nome anche di Chase Budinger.
Justin Doellman gioca nel campionato turco ad Istanbul nell’Efes Pilsen Spor Kulübü ma le sue richieste economiche erano superiori al target bianconero che, da parte sua, proverà ad alzare la posta senza però arrivare alle cifre chieste dal ragazzo statunitense con cittadinanza kosovara.
Chase Budinger invece, secondo la newsletter, avrebbe punti nelle mani ma non il “fisico” di cui è in cerca in questo momento la Virtus Segafredo, che cerca un ala forte con spiccata fisicità.

About The Author

Related posts