24 Febbraio, 2024

La Virtus Imola è superata
da un super Rodriguez,
Suppi ad un soffio dal gong

La Virtus Imola è superata <br>da un super Rodriguez, <br>Suppi ad un soffio dal gong

“PALA TRICALLE” (CHIETI) – Una Neupharma in piena emergenza cala la prestazione da grande squadra ma cade, in un finale concitato, nell’inviolato palazzetto abruzzese. Coach Zappi, gravato del forfait dell’ultimo minuto del Play Barattini (febbre), opta per uno starting five composto da Morina in cabina di regia, Balciunas, Masciarelli, Chiappelli ed Ohenhen.


L’avvio di gara vede il tentativo di “strappo” locale, contenuto con generosità dalla robusta difesa imolese. Il primo quarto, in una sfida fra boxeur attenti più a non prenderle che a darle, termina con i locali avanti 15-13. Nella seconda ripresa la Neupharma trova dalla panchina le energie per provare la fuga: Alberti segna da tre (18-21) costringendo la Lux al primo time out: sospensione dall’effetto non sperato poichè al rientro in campo gli ospiti trovano -nell’immarcabile capitan Aglio – un finalizzatore micidiale capace, con due triple e un viaggio perfetto in lunetta, di mettere il naso avanti sino al 23-29 al 25’. Chieti, sospinta dal proprio pubblico e da un fattore campo sino a questo punto della stagione “sentenza” per chiunque, trova in Maggio “l’anti Aglio”: due conclusioni vincenti dell’esperto play abruzzese rimettono la Lux avanti 30-29 a 2’ dalla pausa lunga. Chiesti conserva il vantaggio e il ferro, sulla tripla di Masciarelli, permette alla Lux di andare negli spogliatoi sul 36-34.

La ripresa si apre con la tripla di Ciribeni, che permette a Chieti di toccare il massimo vantaggio sul +6 (39-34). I locali ritoccano il massimo vantaggio sul +8 prima che Morina, responsabilizzato dall’assenza forzata di Barattini, suoni il “corno” di battaglia. Il play giallonero alza il ritmo della squadra e con un rimbalzo offensivo tramutato in assist per Capitan Aglio, contribuisce al -2. Sempre il capitano è glaciale dalla linea della carità, segnando i liberi del 50 pari a 3’ dall’ultima sirena. La Lux accusa il colpo e la sanguinosa palla persa di Cena, permette la transizione conclusa con la tripla di Morara che fa esplodere di gioia la panchina romagnola (50-53). Il perfetto terzo parziale della Neupharma viene concluso dal jumper di Balciunas per il 54-59 che rimanda ogni verdetto all’ultimo quarto. Morara apre l’ultimo parziale con una bomba (54-62) poi sale in cattedra la Lux e Rodriguez Suppi diventa letteralmente immarcabile, guadagnandosi meritatamente la palma di MVP. E’ un ko amarissimo perchè fino al 38’ la Neupharma mantiene il naso avanti: poi il play argentino (30pti 7/7 da 2 e 4/7 da 3 e 4/4 ai liberi) segna i punti del sorpasso e della sicurezza con le speranze della Neupharma che si spengono col tiro da tre di Masciarelli che si spegne sul ferro.

A testa alta la Virtus esce dal campo a testa alta ma con la necessità di andare a cogliere una vittoria – Domenica 17 – in casa della Gemini Mestre.


Lux Chieti-Virtus Neupharma Imola 85–77
(15-13; 36-34; 54-59;)
Lux Chieti: Tiberti 15, Cena, Ciribeni 13, Berra 10, Rodriguez Suppi 30, Febbo ne, Del Testa 2, Leonetti ne, Reale ne, Maggio 15, Gelormini ne, Paesano. Coach: Aniello
Virtus Neupharma Imola: Aglio 16, Chiappelli 5, Masciarelli 6, Morina 8, Ohenhen 15, Magagnoli ne, Morara 10, Balciunas 12, Alberti 5, Dal Pozzo. Coach: Zappi


Post source : Enrico BonzaniniArea Comunicazione - Virtus Neupharma Imola (www.virtusimola.it)

About The Author

Related posts