21 Maggio, 2024

ULTIME NOTIZIE

Pre Olimpico, Italia sconfitta e Crozia che vola a Rio

Svanisce sul più bello il sogno olimpico dell’Italia. Al PalaAlpitour la Nazionale è stata sconfitta 78-84 dalla Croazia dopo un supplementare nella finale del Pre Olimpico. I croati si qualificano così ai Giochi Olimpici insieme alla Serbia, vincitrice del torneo a Belgrado (domani finale Francia-Canada nel Pre Olimpico nelle Filippine).
C’è grande amarezza per questa sconfitta – ha affermato il Presidente FIP Giovanni Petruccima ora dobbiamo rimboccarci le maniche. Serata amara ma domani è un altro giorno. A me piacciono le rivincite e ora proveremo a prendercele al prossimo Europeo. Complimenti ai ragazzi per il grande impegno che hanno messo in questa stagione e complimenti al coach e allo staff tecnico per il grande lavoro. Lavoro che ora non deve andare sprecato. Complimenti alla Croazia che ha meritato e complimenti al pubblico di Torino, meraviglioso tutte le sere”.
Sapevamo che sarebbe stata una gara dura – ha detto il CT Ettore Messina (nel video la conferenza stampa integrale) – faccio i complimenti alla Croazia che ha giocato una grande partita e gli faccio l’in bocca al lupo per le Olimpiadi. E’ stata una sconfitta tristissima, dispiace molto non esserci qualificati a Rio: per i giocatori, per la Federazione, per il basket italiano e per tutti i tifosi che ci hanno sostenuto fino alla fine. Ringrazio i ragazzi perché in questo mese di lavoro hanno dato tutto, non posso rimproverali di niente”.

Il miglior realizzatore dell’Italia è stato Marco Belinelli con 18 punti; in doppia cifra anche Danilo Gallinari e Luigi Datome con 12, Nicolò Melli con 11 e Daniel Hackett con 10. Per la Croazia a fare la differenza sono stati Bojan Bogdanovic e Krunoslav Simon rispettivamente con 26 e 21 punti.
Prima dell’inizio dell’incontro tutto il PalaAlpitour ha riservato un lunghissimo applauso in memoria di Teo Asperti e Christian Simari, i due ragazzi che ieri pomeriggio hanno perso la vita in un incidente stradale mentre erano diretti a Torino per Italia-Messico.
Domani, al termine della Finale del Pre Olimpico nelle Filippine tra Francia e Canada, ci sarà il sorteggio che completerà i due gironi alle Olimpiadi.

La cronaca

Hackett, Belinelli, Gentile, Gallinari e Bargnani il quintetto di partenza scelto dal CT Ettore Messina. E’ la tripla di Simon ad aprire il match, a rispondere è Gentile per i primi due punti azzurri. Ambiente caldissimo al PalaAlpitour e nervi tesi in campo con i falli tecnici fischiati a Simon e Bargnani nel giro di 2’’. Dopo la sosta dovuta al guasto del tabellone, i più ispirati sono Gentile da una parte e Simon dall’altra (9-6), ma è Cusin ad infiammare il pubblico con una stoppata e due liberi che valgono il primo vantaggio azzurro: 9-10. Il parziale croato di 4-0 è spezzato dal canestro di Datome, ma dopo i primi 10’ gli ospiti sono avanti di 7 lunghezze: 19-12.

In avvio di secondo quarto tocca subito il +10 la Croazia (22-12), sono capitan Datome e Belinelli a scuotere gli Azzurri (22-17). La squadra di Petrovic è più concreta in fase offensiva e scappa sul +11 (28-17) al 14esimo, Messina chiama timeout. Bargnani e Gallinari provano a prendere per mano l’Italia, poi la tripla di Hackett vale –1 azzurro (31-30) a 2’ dall’intervallo lungo. I croati rispondono con le bombe di Saric e Bogdanovic, poi a chiudere il quarto è il canestro di Belinelli: a metà gara Croazia avanti 39-34.

Alla ripresa Italia in campo con Hackett, Belinelli, Datome, Gallinari e Bargnani. Gli Azzurri partono forte e con un parziale di 8-0 firmato dai sei punti di Gallinari e dal canestro di Datome trovano il sorpasso: 39-42. La Croazia si affida a Simon, che a suon di triple regala il nuovo sorpasso ai croati: 50-46 al 27esimo. La formazione di Petrovic va sul +5, la tripla di Datome in chiusura di periodo ci regala però nuovamente il -2.

Quando mancano 10’ Italia sotto 54-52, i due punti di Melli e il libero di Datome dopo il tecnico fischiato a Petrovic portano avanti gli Azzurri (54-55), ma gli ospiti reagiscono ancora una volta e con un parziale di 9-0 scappano sul 63-55 a metà periodo. La situazione per l’Italia si complica con i 5 falli di Datome (a cui ai aggiungono i 4 di Melli e Hackett) a 3’55’’ dalla conclusione, ma la tripla di Belinelli e la penetrazione di Hackett provano a riaccendere le speranze azzurre (65-64). La schiacciata di Melli vale il sorpasso azzurro quando mancano 2’ (65-66), ma la Croazia risponde presente e il libero di Simon porta a 2 le lunghezze di vantaggio degli ospiti a 21’’ dalla fine: 70-68, timeout Messina. L’Italia ha in mano l’ultimo possesso e a 5’’ dalla fine il canestro di Melli fissa il punteggio in parità: 70-70, questa volta è Petrovic a chiamare sospensione. La palla va in mano ovviamente a Bogdanovic, ma Hackett difende alla grande, si va al supplementare.

La Croazia trova subito il +5, risponde la tripla di Aradori. La palla pesa nell’overtime, non per Bodgadovic. L’Italia perde anche Belinelli e Melli per falli, ci pensa la stella dei Nets a chiudere la gara dalla lunetta, finisce 78-84, a Rio va la Croazia.

Croazia-Italia 84–78 d1ts
Parziali: 1/4 19-12 (19-12) – 2/4 20-22 (39-34) – 3/4 15-18 (54-52) – 4/4 16-18 (70-70) – Extratime 14-8 (84-78)
Croazia: Babic (0); Kruslin (n.e.); Stipcevic (n.e.); Simon (21); Hezonja (2); Saric (18); Ukic (4); Planinic (13); Bilan (0); Sakic (n.e.); Arapovic (n.e.); Bogdanovic (26). All. Petrovic.
Italia: Poeta (n.e.); Belinelli (18); Aradori (3); Gentile (6); Bargnani (4); Gallinari (12); Melli (11); Cusin (2); Datome (12); Cervi (n.e.); Hackett (10); Tonut (0). All. Messina.
Tiri dal campo: Croazia 16/40 da due (40%) – 9/26 da tre (34,6%), Italia 23/52 da due (44,2%) – 5/21 da tre (23,8%).
Tiri liberi: Croazia 25/33 (75,8%), Italia 17/19 (89,5%).
Rimbalzi: Croazia 46, Italia 39.
Assist: Croazia 11, Italia 17.
Palle recuperate: Croazia 7, Italia 5.
Palle perse: Croazia 15, Italia 12.
Falli subiti: Croazia 21, Italia 30.
Arbitri: Boltauzer (SLO), Perez (ESP), Vazquez (PUR).

Fonte: Ufficio Stampa Fip

About The Author

Related posts