19 Ottobre, 2021

Discovery+ Supercoppa:
la Virtus batte Venezia e va in finale

Discovery+ Supercoppa: <br>la Virtus batte Venezia e va in finale
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Sconfiggendo Venezia in una partita secca, roba di antica memoria visti i risultati degli ultimi anni, la Virtus raggiunge la finale di Supercoppa dove affronterà Milano, a sua volta vincente nell’ultimo giro di lancette con un’indomita Brindisi.

Partita a più facce, partenze di tempi tutte bianconere, rientri veneziani con sorpassi, pesante psicologicamente quello del +4 nella parte finale dell’ultimo quarto. Ma lì, attaccati alla difesa, c’è stata l’inversione di tendenza rispetto alle precedenti sfide con la Reyer, le luci di Teodosic a togliere paure assorite, i polpastrelli di Hervey a dire tanto di questa fatica, replicando l’ottima prova del quarto di finale con Tortona.

Non tutto funziona nella banda Scariolo, ci sono quintetti che latitano, la panchina è poco incisiva ma va detto che l’assenza shock di Udoh pesa, come quella di Mannion, oggi tra Ruzzier ed Alexander son stati dolori. Il 37% dal campo concesso è stato fondamentale, così come il dominio a rimbalzo (44-34) a compensare le ben 20 perse, mentre ai liberi si riaffaccia il problema del centro non proprio preciso, Jaiteh chiude con 1/6 un partita che a parte questo l’ha visto ben inserito.

Scentrato Belinelli, così come Weems, combattivo Tessitori ma in quintetti poco produttivi. Per Venezia molto bene il neoarrivato Sanders, utile non solo dietro ma pure davanti, mentre non ha convito il play Phillips.

Sotto canestro un po’ leggeri, i 10’ da autoscontri di Vidmar mancano, nonostante Watt sappia sempre rendersi pericoloso.


Scariolo parte con Jaiteh per Udoh, spazio a Belinelli con Pajola, Weems e Harvey, De Raffaele ha ben 3 nuovi nei 5 in partenza, novità clamorosa rispetto agli ultimi 5 anni. L’avvio è virtussino, attacco veloce e difesa concentrata, 10-2 in meno di 3’ con Reyer già a parlarci sopra. Poco cambia col giro dei cambi a seguire, la difesa bolognese regge l’urto, le magie di Teo colorano il +9 alla prima pausa. Qualche persa di troppo ma anche dominio a rimbalzo (16-8), soprattutto concesso un misero 5/19 dal campo e nessun libero, liberi che non sono giunti nemmeno in casa Segafredo.

Echodas rende più fluido il gioco dei veneti riaccostando, risponde Abass usando il fisico in post basso. L’attacco fatica contro la difesa schierata, da 3 non va (2/9 al 20’) mentre la doppietta di Tonut vale il primo sorpasso di serata al 17’. Nei 2’ finali la Reyer non segna mai, le V nere lo fanno solo ai liberi, sufficienti per un +3 tiratissimo. Bene a rimbalzo, ma male le 10 perse, buoni numeri per Hervey, come l’intensità proposta da Tessitori, mentre l’assaggio di Alexander è stato condizionato da 2 falli precoci.

Inizio con errori, cambia la faccia della partita Milos, triple e luci, divario in doppia cifra al 23’. Venezia mette 2 punti in 5’, riparte con le triple di un ispirato Sanders, distanza dimezzata in meno di 1’. Con Teo seduto l’attacco fatica e la difesa non sempre può far miracoli, degli 11 recuperati ne restano 3 coi rimbalzi che continuano a pareggiare le perse e troppi passaggi a vuoto di quintetti che faticano a trovarsi.

Sagra degli errori all’ultima ripartenza, Alexander pare un pulcino tra i condor, Scariolo deve anticipare il rientro di Pajola e Teodosic con l’Umana che ritrova un punto di vantaggio. Si segna poco, Tonut allarga a +4 ma non è la fuga decisiva, la difesa regge e impatta a 2’ dal termine. Teo mette il +4 a 1’, Daye dai liberi dimezza mentre dall’altra parte Jaiteh continua a litigare ai liberi con un gravoso 0/2. Liberi per Watt, mette il primo ma sbaglia il secondo, fallo immediato su Hervey, +3, fallo voluto su Tonut prima di un tiro dall’arco che fa solo 1/2 con 11” da giocare. Weems fa +4 ancora ai liberi, ma De Nicolao non molla e con una tripla marcatissima rimette un solo punto sotto i suoi a 2,8” dalla fine. Rimessa sbagliata ma non c’è tempo per un tiro equilibrato, la Virtus è in finale nonostante qualche fatica di troppo.

Prossima partita sarà martedì 21 settembre, finale di Supercoppa con Milano alla Unipol Arena, diretta sui canali Discovery e Radio Nettuno Bologna Uno.

Tabellino

Umana Reyer Venezia-Virtus Segafredo Bologna 71-72
(11-20; 31-34; 47-50)
Umana Reyer Venezia: Stone, Tonut 16, Daye 9, De Nicolao 5, Sanders 15, Phillip 2, Echodas 6, Mazzola, Brooks 2, Cerella n.e. Vitali 3, Watt 13. All. De Raffaele.
Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 5, Belinelli 6, Pajola 4, Alibegovic 2, Hervey 17, Ruzzier 2, Jaiteh 9, Alexander 2, Barbieri n.e. Weems 7, Teodosic 14, Abass 4. All. Scariolo.


Luca CocchiBasketCity.net)

About The Author

Related posts