25 Giugno, 2022

EuroCup 2020-21 preview: AS Monaco-Virtus Bologna

EuroCup 2020-21 preview: AS Monaco-Virtus Bologna
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Uscita (si spera) da una giornata allucinante, partita alle 20:23 di lunedì 7 dicembre con la notizia dell’esonero di Coach Sale Djordjevic e terminata alle 17 di martedì 8 con il comunicato “Avanti insieme”, in cui il Coach, il vice Bjedov e il preparatore atletico Mihajlovic sono stati reintegrati, la Virtus torna in campo per la nona giornata di Eurocup, sul campo dell’A.S. Monaco.

La sconfitta casalinga contro Sassari, il mancato impiego di Marco Belinelli (affaticamento muscolare, non sarà del match e proseguirà il lavoro all’Arcoveggio) hanno portato a questa decisione, probabilmente presa direttamente dal proprietario Massimo Zanetti.

Inutile stare a ripercorrere gli eventi, basta leggere ovunque: la speranza di chi ama la Virtus è che questa sia stata una scossa salutare, utile a cementare il gruppo e a chiarirsi.

Le varie foto uscite sulle pagine social dei giocatori sembrano denotare un gruppo coeso, ma sarà il campo, come sempre, a ergersi a giudice supremo.

Forte del 7-0 ottenuto fino a ora, ai bianconeri basta un successo nelle prossime 3 gare (mancano anche Anversa in casa e il recupero con Andorra, sempre in casa) e una sconfitta con meno di 9 punti a Monaco, visto il 94-85 dell’andata.

Il match di Bologna del 21/10 fu molto sofferto per i bianconeri, sotto 59-63 a fine terzo quarto e di 6 a 6′ dalla fine.

Una tripla di Markovic a 1’50” dalla fine ruppe la parità e da lì i bianconeri dilagarono, creandosi un tesoretto di 9 punti, molto importante.

Gamble con 19 punti e 8/9 da 2 e Hunter con 20 (6/8 da 2 e 8/9 ai liberi) furono i grandi dominatori del match, che ebbe un 35-22 come parziale dell’ultimo periodo.

Monaco ha molte analogie con la Virtus: società ambiziosa, mira a entrare in Eurolega tramite l’Eurocup e in Francia è la principale contender dell’Asvel Villeurbanne.

I monegaschi hanno cambiato Coach: via Sasa Obradovic alla Stella Rossa, dentro Mitrovic, proprio dall’Asvel.

Molti cambiamenti all’interno del roster: via i play Norris Cole e Tony Clemmons, dentro due ex Ludwigsburg, secondo in Bundesliga a sorpresa dietro l’Alba Berlino: Knight e Carrington, infortunatosi però gravemente.

Via anche i nazionali francesi Lacombe e Tillie, dentro il centro USA Willis e dal Bayern Monaco il francese Lessort.

Era arrivato Wesley Saunders da Cremona, ma l’ala USA non si è mai integrato e subito dopo la gara di andata (che non disputò) è passato alla Fortitudo.

La Virtus dovrà migliorare e di molto la circolazione di palla rispetto alla partita contro Sassari, concedere meno dal perimetro (è la squadra che subisce più tiri da 3 punti) e cercare di giocare in transizione, servendo i lunghi in movimento e non accontentandosi di un post basso statico, dove solo Tessitori (in certe situazioni) è efficace.

Inoltre occorre trovare contromisure migliori se si troverà di fronte una zona, non utilizzando solo il pick and roll d’ingresso nel gioco: penetrare, scaricare, cercare i punti deboli della difesa (post alto se è una 2-3, angoli se è una 3-2) per far collassare i difensori e consolidare i vantaggi acquisiti.

Si gioca allo Stade Louis II di Monaco mercoledì 9 dicembre alle 19, con diretta su Eurosport Player.


Mario Corticelli (BasketCity.net)

About The Author

Related posts