23 Maggio, 2024

ULTIME NOTIZIE

EuroLeague 2023/24:
il sogno Virtus si infrange contro il Baskonia

EuroLeague 2023/24: <br>il sogno Virtus si infrange contro il Baskonia

Termina a Vitoria la stagione europea della Virtus, che precipita dopo un buon primo tempo in un terzo quarto dove è saltato tutto, attacco mal costruito e difesa che non si riusciva a schierare. Gli altri 30’ in parità dicono poco a fronte di quei 10’ da -15, e -30 di val.

Lì tutti i nodi son venuti al pettine, minor reattività che han lasciato drammatiche seconde opportunità ai baschi con Howard, in prima battuta contenuto, ad affossare, attacchi non costruiti con dovuta pazienza per lasciare l’amatissimo campo aperto agli avversari. La Virtus non s’è mai arresa, ma ad ogni tentativo di rientro è sempre piovuta una tripla (16 incassate) o un affondo al ferro.

I rimbalzi lasciati sotto al proprio ferro (15) son stati l’ossigeno per Baskonia, la buona difesa del primo tempo sugli esterni è scemata ed una volta aperto il divario i baschi ne hanno tratto energia trovando punti in ogni modo. Nessuno particolarmente negativo oggi, ma nessuno veramente bene per tutti i 40’, su tutti Hackett e Cordinier, oltre al finale di grande orgoglio di Shengelia dopo un avvio sofferto.

Meno importante l’apporto della panchina, meno energie per tutti, a conti fatti Baskonia ha tratto vantaggio dalla sberla col Maccabi, non sprecando di fatto energia in una partita mai nata, a differenza della Virtus con l’Efes. Per i baschi l’assenza di Moneke è stata rimpiazzata come meglio non si poteva da Sedekerskis al quale si è accostato Costello, i 28 di Howard son tanti ma frutto di ben 26 tiri.

Ci sarà tempo per far tesoro di questa avventura continentale, prendendo quell’energia e quella voglia che hanno contraddistinto la stagione per immetterla in campionato, fin da subito nel posticipo di lunedì con Reggio.


Banchi va col doppio play, il resto non cambia, Ivanovic tampona l’assenza di Moneke con Sedekerskis, lancia il greco Ragka e in centro c’è Kotsar, al solito con Howard dalla panchina. E’ Sedekerskis a fare il Clyburn in avvio, a cui risponde Belinelli per rimanere a contatto, a metà -1. Baskonia tripleggia, la Virtus costruisce verso l’area con Cordinier di nuovo protagonista offensivo andando con Lundberg da play nel finale e proprio una sua incorsione sulla sirena fa +1. Il vantaggio a rimbalzo è gettato con le già 5 perse, l’ottimo 7/11 da 2 compensa le 4 triple subite.

E’ Costello a far male alla difesa Virtus quando Lundberg prova a siglare il break, qualche persa costa cara e i baschi si riprendono il vantaggio a metà quarto. Qualche guaio lo causa Shengelia, compresa una reattività latente, Banchi lo cambia con alcune paroline che volano. Il quintetto con Abass da 4 ritrova la parità portata fino alla sosta lunga con difesa Segafredo ottima sugli esterni che paga qualcosa sui lunghi quando giocano fuori dall’area. Bene ancora a rimbalzo, lasciando quelli di reattività (7 sotto al proprio ferro), le 9 perse pesano. Si è rivisto ad ottimo livello Cordinier, non solo dietro su Howard, ha faticato Shengelia, compensato dall’ormai solito Abass.

Si spreca alla ripartenza, lasciando seconde opportunità e campo aperto su banali perse Baskonia scappa a +8 in un attimo. Non segna più la Virtus (0/8 da 3), il p’n’r CMM&Kotstar funziona, Howard spalanca le cataratte, -16 al 27’, senza costruire davanti si cade dietro quando la difesa non è mai schierata. Shengelia prova a reagire ma le seconde opportunità son sempre un cappio al collo delle V nere, -15 con 31 punti incassati in una frazione che distugge quanto di buono visto nei primi 20’, 40-10 di val.

Se davanti si prova a reagire, dietro Baskonia ha sempre più opportunità ed alla lunga in doppia cifra di divario si resta. Si lotta ma poco cambia, Vitoria ora gioca un po’ al gatto col topo, la partita è sempre in mano loro come dimostra anche il punteggio, a quella quota son usi vincerla quasi sempre, il contrario della Virtus. Baskonia proseguirà nei playoff incontrando nel derby spagnolo il Real, la Virtus dovrà concentrarsi sul campionato, ultimo ma non meno importante obiettivo di una stagione in ogni caso impreziosita da una grande Eurolega.

Prossima partita sarà lunedì 22 aprile ore 20:30 in LBA con Reggio Emilia alla Segafredo Arena, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

Baskonia Vitoria-Gasteiz-Virtus Segafredo Bologna 89-77
(21-22; 41-41; 72-57)
Baskonia Vitoria-Gasteiz: Howard 28, Raiste, Chiozza, Querejeta n.e. Sedekerskis 16, Marinkovic 5, Miller-McIntyre 8, Diez, Ragkavopoulos 9, Kotsar 4, Costello 19, Theodore n.. All. Ivanovic.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 10, Lundberg 10, Belinelli 10, Pajola 1, Dobric, Shengelia 16, Hackett 13, Mickey 3, Polonara 3, Zizic 4, Dunston, Abass 7. All. Banchi.
Arbitri: Ilija Belosevic, Mehdi Difallah, Milan Nedovic.


 

Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts