27 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
Virtus, esordio amaro. Lo Zalgiris passa al PalaDozza

EuroLeague 2023/24: <br>Virtus, esordio amaro. Lo Zalgiris passa al PalaDozza
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Il sogno dell’esordio vincente in Eurolega scivola via al termine di una partita condotta ben 2 volte di 15. Scivola per un’ultima frazione offensivamente in grande difficoltà, con 6’ di digiuno quando l’intensità si è fatta massima.

L’attacco non ha trovato il solutore, dietro con la difesa di rincorsa non sempre schierata a dovere le cose son cambiate dopo sprazzi eccelsi. E così si è pagato a caro prezzo quel difetto che pareva esserci e che non è certo Lundberg a poter risolvere, oggi riproposto nei 12 ma senza passare dal campo.

Le poche ma ben trovate triple lituane ha fatto male (58%), ondivaghe quelle bianconere, il nulla nel quarto finale, quando il cesto s’è fatto stretto anche nel pitturato.

Non s’è più visto un ottimo Mickey, pure Dobric dopo un inizio sfavillante non è riapparso, pesanti i pochi minuti di Cacok che ha più disfatto che fatto, ancora quasi nulla da Polonara, mentre Pajola ha un tebellino pessimo ma i migliori momenti sono avvenuti con lui alla guida.

Retto a rimbalzo, ma la reattività è stata più verde su palle vaganti che han portato a punti pesanti nei momenti di difficoltà, salvifici proprio quando la partita pareva prendere la via bianconera. E così si riparte all’inseguimento anche quest’anno, di nuovo cadendo all’esordio in casa in un ambiete caliente.

Banchi replica il quintetto delle ultime uscite, con Dunston da subito, poco cambia Maksvytis rispetto al passato se non Dimsa per l’uscita di Brazdeikis ed il rientro di Evans infortunato a gennaio. Confusione in avvio, mira storta sbattendo nel muro in area, le triple lituane scavano il solco, a metà frazione è 2-10 e sospensione Segafredo. Dopo 5:54 c’è l’esordio di Dobric per Beli (fin lì scentrato) che saluta il pubblico con la tripla del pari e lancia i suoi avanti per un parziale da 19-3. Il +8 alla prima pausa è siglato sulla sirena da un’incursione zingaresca di Toko. Entrambe bene dall’arco, lituani un pianto da 2, Virtus avanti a rimbalzo e con una sola persa.

Scendono le medie dall’arco, non cala l’intensità quando a metà si gira con un quintetto che presenta 4 volti nuovi con vantaggio in doppia cifra fino al +15 ispirato da Smith, bravo ad improvvisare a giochi rotti. Con le triple, fortunose nella costruzione, il divario si rimargina, Manek picchia duro da 3 e dopo i fuochi artificiali son solo 5 punti in faretra alla pausa lunga, con 15 punti incassati negli ultimi 3’. Il 7/10 lituano dall’arco dice molto, condito da ben 8 palloni gettati, la Virtus regge a rimbalzo, ma aumentano le perse in un finale troppo allegro.

La ripresa ricopia la partenza, Kaunas sugli scudi per il pareggio attaccando il ferro con aggressività. Le V nere non si disuniscono e cavalcando Mickey riscrivono il vantaggio in doppia cifra. Con pure bel gioco si torna al +15, la difesa sugli esterni del trio Pajola-Cordinier-Dobric è un muro su cui si sbatte, l’attacco giostra con più libertà. Qualche svolazzo di Cacok costa caro, in un minuto vantaggio dimezzato, all’ultimo stop son 7 i punti di vantaggio.

Con più difesa che attacco si regge tra qualche polemica ascendente ed un’intensità perfino eccessiva, andando con Shengelia e Polonara come lunghi. Evans impatta a 4’ quando l’astinenza Virtus si fa preoccupante (8 in oltre 8’, parziale 0-10), sempre lui sorpassa ai liberi spargendo pessimi presagi sul -5. Ancora Evans a piantare banderillas sul corpo di una Virtus sfiduciata che si fede sfilar via una partita condotta a lungo ma mai chiusa. C’è ancora speranza sul -4 a 13” x una antisportivo su rimessa a Belinelli. Si arriva a -1 con 7,5”, fallo (in ritardo) su Evans che fa 1/2. Ultimi 3’8” dal -2, la rimessa di Cordinier è persa e questa volta è proprio finita.

Prossima partita sarà domenica ore 19:00 in LBA PalaDozza con Varese, streaming DAZN, e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

Virtus Segafredo Bologna-Zalgiris Kaunas 79-82
(23-15; 42-37; 65-58)
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 12, Lundberg n.e. Belinelli 7, Pajola, Smith 4, Dobric 12, Cacok 2, Shengelia 17, Hackett 7, Mickey 18, Polonara, Dunston. All. Banchi.
Zalgiris Kaunas: Evans 25, Mitrou-Long 6, Lekavicius 2, Hayes 2, Giedraitis, Smits 10, Birutis 4, Dimsa 8, Lavrinovicus, Manek 8, Butkevicius 6, Ulanovas 11. All. Maksvytis.
Arbitri: Matej Boltauzer, Anne Panther, Sergio Silva.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts