01 Aprile, 2020

Serie A Final Eight 2020: il preview di Virtus-Venezia

Serie A Final Eight 2020: il preview di Virtus-Venezia
Photo Credit To Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Reduce dalla prima vera settimana complicata della stagione, con la sanguinosa sconfitta casalinga contro il Partizan e il secondo posto in Coppa Intercontinentale, piegata dai poco ospitali padroni di casa di Tenerife, per la Virtus si apre la caccia alla Coppa Italia, forte della testa di serie numero 1 e di un primato in campionato al momento assai consolidato.

L’avversario trovato con la testa di serie numero 8 è però molto tosto, la Reyer Venezia Campione d’Italia in carica.

Numeri alla mano (e se siete scaramantici armatevi anche di talismani), Venezia non ha mai passato il primo turno nelle Final Eight di Coppa Italia, 7 sconfitte su 7 partecipazioni, un dato abbastanza inquietante.

In più, se guardiamo a quanto sta accadendo nelle altre Coppe Nazionali, salta all’occhio che l’Efes Istanbul, primo nel campionato turco e primo in Eurolega, è stato eliminato al primo turno da quel Darussafaka che ospiterà la Virtus il 4 marzo nella gara dentro – fuori per la qualificazione ai playoff di EuroCup.

Va anche detto, per onor di cronaca, che in Turchia vi sono regole particolari (molto protezionistiche) legate all’utilizzo dei giocatori turchi, che quindi non è lo stesso Efes che siamo abituati a vedere in Eurolega, ma l’upset rimane.

Posta così la partita sembrerebbe segnata a favore di Venezia, ma per fortuna ci sono dinamiche tecniche che vanno tutte a favore della Virtus, in primis la partita giocata il 25 gennaio a Venezia, chiusa 71-83 per la Segafredo, che ha dimostrato sul campo che il gioco di Venezia, il loro utilizzo quasi sistematico del tiro da 3 punti e le modalità in cui li costruiscono sono ben compresi e neutralizzabili dalla difesa bianconera.

Il reparto lunghi della Virtus è in grado di contenere Watt e Vidmar, Austin Daye ha trovato in Weems un difensore duro e in grado di limitarlo fortemente e di attaccarlo sfruttando la sua indolenza difensiva, gli esterni bianconeri hanno una creatività molto superiore ai loro pari ruolo veneziani.

Infine, mai sottovalutare il cuore di un campione, come disse Coach Rudy Tomjanovich nel 1995 all’indomani del back to back dei suoi Houston Rockets; i virtussini hanno passato una settimana con due cocenti delusioni, ma da settembre a oggi hanno dimostrato di essere un grande gruppo e di avere talento e voglia di vincere, per cui si può guardare con grande fiducia alla gara di stasera e alla Final Eight in generale.

Si gioca a Pesaro alle 20:45, direatta Eurosport 2 e Player, Rai Sport e Radio Bologna Uno.


Mario Corticelli (BasketCity.net)

About The Author

Related posts