17 gennaio, 2018

Fortitudo, l’aria di casa fa ritrovare la vittoria

Fortitudo, l’aria di casa fa ritrovare la vittoria
Photo Credit To Fabio Pozzati / Fortitudo Pallacanestro Bologna

In avvio di gara sono soprattutto i tiri dall’arco a premiare la Fortitudo con un  11-3 iniziale, mentre Roseto fa fatica a trovare con continuità la via del canestro. Gli ospiti scivolano anche a meno undici, complici anche cinque punti consecutivi di Rosselli. La Effe prova a scappar via, ma sono due triple di Contento a tenere lì Roseto al primo mini intervallo.

Nel secondo quarto sono le giocate di Carlino a riportare lo svantaggio sotto la doppia cifra (30-22). E se tra le fila di Roseto è lui il protagonista, tra quelle della Effe è Rosselli. Per lui, all’intervallo lungo, 12 punti con 4/5 dal campo.

All’uscita dagli spogliatoi, Roseto sfrutta maggiormente la zona 2-3. Ma non serve neanche questa scelta tattica per ricucire uno svantaggio che arriva a toccare anche le venti lunghezze (55-35). Ma Roseto costruisce uno 0-9 che riapre la gara. Ad interrompere il digiuno offensivo della Effe ci pensa il solito Mancinelli. Sua la tripla che manda le squadre a giocare gli ultimi dieci minuti sul 58-44, dopo un terzo quarto in cui Cinciarini è costretto ad abbandonare il parquet, a causa di una contusione alla coscia destra. A 5′ dalla fine, Roseto si ritrova sul 63-54 ed inizia a credere nell’impresa. Lo 0/2 di Carlino dalla lunetta rischia di spegnere i sogni degli ospiti. E cosi è. Nel finale sono decisive le giocate di Rosselli. Torna a vincere la Fortitudo. Finisce 68-56.

Consultinvest Fortitudo Bologna-Roseto Sharks 68-56
Parziali: 1/4 29-18 (29-18) – 2/4 18-10 (47-28) – 3/4 11-16 (58-44) – 4/4 10-12
Consultinvest Fortitudo Bologna: Cinciarini 12, Mancinelli 13, Legion 3, Fultz 7, Murabito ne, Montanari n.e., Chillo, Gandini, Rosselli 16, Pini 2, Italiano 10, McCamey 5. All. Boniciolli.
Roseto Sharks: Carlino 20, Ogide 3, Luposor 10, Contento 8, Di Bonaventura, Lusvarghi, Zampini, Casagrande 3, Marulli 6, Infante 6. All. Di Paolantonio.


A cura di Andrea Bonomo per gentile concessione di www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts