18 luglio, 2018

Serie A PosteMobile, disciplinari 15 Giornata

Serie A PosteMobile, disciplinari 15 Giornata

I provvedimenti disciplinari della Serie A PosteMobile relativi alla quindicesima giornata di Campionato disputata pubblicate sul sito della Federazione Italiana Pallacanestro.

Serie A – Quindicesima giornata andata
Gare del 13-14 gennaio 2018

DOLOMITI ENERGIA TRENTO
Ammenda di Euro 2.200,00 per offese e minacce collettive frequenti del pubblico agli arbitri.
Squalifica campo per 1 gara sostituita con ammenda di Euro 12.000,00 perché durante il 4° periodo, nei pressi della linea di fondo campo, l’arbitro veniva colpito ad un braccio da uno spettatore.

HAPPYCASA BRINDISI
Ammenda di Euro 1.485,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per lancio di oggetti contundenti (monetine e una borraccia) collettivo sporadico, senza colpire.
Ammenda di Euro 1.200,00 per mancata estensione del tunnel.
Squalifica campo per 1 gara sostituita con ammenda di Euro 12.000,00 perché una persona del pubblico entrava in contatto con un atleta della squadra ospite mentre usciva dal campo nello spazio posto tra il campo di gioco e l’ingresso degli spogliatoi.

RED OCTOBER CANTU’ – CHARLES PRICE THOMAS III (atleta)
Squalifica per 1 gara sostituita con ammenda di Euro 3.000,00 perché al termine della gara rivolgeva un gesto offensivo nei confronti del pubblico ospitante.

GERMANI BRESCIA
Ammenda di Euro 990,00 per per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri e uso di strumenti sonori atti a turbare il regolare svolgimento della gara.

OPENJOBMETIS VARESE
Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri.

VICTORIA LIBERTAS PESARO
Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

VICTORIA LIBERTAS PESARO – COSTA ARIO (Presidente)
Inibizione determinata fino al 21/01/2018 in quanto durante il corso della gara, mentre si trovava seduto in tribuna, protestava platealmente avverso le decisioni arbitrali.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA
Ammenda di Euro 1.200,00 per offese collettive frequenti del pubblico verso gli arbitri e per lancio di oggetti non contundenti (cartoni portabibite) collettivo sporadico, senza colpire che turbava il regolare svolgimento della gara in quanto costringeva gli arbitri a far ripetere i tiri liberi in quattro occasioni.


Fonte: Federazione Italiana Pallacanestro (www.fip.it)

About The Author

Related posts