13 Aprile, 2021

Boniciolli: “Mi aspetto un salto di qualità”

Boniciolli: “Mi aspetto un salto di qualità”

Dopo due settimane senza partite – ma con tanto lavoro in palestra – domani la Fortitudo scenderà nuovamente in campo, nella trasferta di Pordenone. Questa mattina ha parlato in conferenza stampa il coach biancoblù Matteo Boniciolli (foto www.fortitudo103.it) ecco le sue parole:

SOSTA. Sono state due settimane di lavoro molto intense, grazie anche ai giovani del settore giovanile, nelle quali abbiamo irrobustito i concetti difensivi che stanno alla base del nostro gioco. In più, abbiamo lavorato anche sull’esecuzione, sulle letture e sull’attacco, fortificando quei sette-otto schemi che abbiamo preparato. Le due settimane sono culminate con la trasferta di Montegranaro che è stato un bel banco di prova; l’ho fatto anche per abituare i ragazzi ad una trasferta di tre ore in pullman, che può essere un peso. Abbiamo fatto una bella gara, anche se eravamo solamente in 7, e sono contento”.

INFORTUNATI. Valentini e Lamma rientrano, Samoggia non vorrei farlo giocare perché si è allenato solo oggi e dunque l’unico vero infortunato è Montano che dovrebbe rientrare martedì. Matteo però ha chiesto di venire con noi domani, ed è un atteggiamento che ammiro molto”.

LA GARA DI DOMANI. Sarà la prima trasferta contro una squadra che ha una classifica migliore rispetto alle ultime due. Non ci sono partite normali in questo girone: Arzignano ha giocato una gran gara qui, poi ha battuto Montichiari; la stessa Montichiari ha poi vinto la Coppa Italia ed oggi è dunque la squadra più forte d’Italia di questa categoria. Mi auguro di vedere la stessa squadra che ho visto nelle tre partite che abbiamo fatto fino ad adesso, anche se ci sarà qualche fischio contro e un ambiente ostile”.

PORDENONE. Conosco benissimo Palombita che ho visto quando era giovane. Con Zambon sono molto legato, l’ho allenato nelle giovanili di Trieste ed era la mia ala piccola titolare quando feci la mia prima partita da capoallenatore con Udine: è un giocatore di assoluto cuore. Sono una squadra molto tattica, che gioca molto a zona, ma siamo pronti e mi auguro che i concetti che abbiamo preparato siano riproposti anche sul campo”.

OCCASIONE PER CANDI E SORRENTINO? Non mi piace parlare dei singoli. Mi aspetto un salto di qualità da parte della squadra, non di un solo giocatore. Siamo un gruppo ed un collettivo; come il lavoro di un singolo può aiutare a crescere la squadra, così mi aspetto che la sintonia del gruppo faccia crescere il singolo. Non ci saranno Lamma e Montano? Sorrentino sta migliorando molto, deve trasformare la sua foga in energia positiva, senza strafare. Candi, che partirà titolare, deve capire che questo è un treno che non può perdere, sia per questa stagione che per la prossima”.

GRUPPO. L’entusiasmo che mi dà questo gruppo, mi fa lavorare con gioia e con molto piacere. Questo è un gruppo che dà una certezza, ovvero il fatto che, qualsiasi risultato otterrà, darà sempre il 150% in campo. A questi ragazzi non si potrà rimproverare nulla, se perderemo una partita sarà perchè giocheremo contro squadre più forti di noi. I ragazzi mi stanno dando tantissima fiducia”.

Giacomo Bianchi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts