02 Dicembre, 2022

La Fortitudo vince con Treviso e vola in alto in classifica

La Fortitudo vince con Treviso e vola in alto in classifica

Vittoria meritata per la Fortitudo (foto www.fortitudo103.it), i ragazzi di Matteo Boniciolli dopo la figuraccia rimediata nel turno infrasettimanale, fanno valere la regola dell’imbattibilità al Paladozza all’interno delle mura casalinghe e costringono Treviso alla seconda sconfitta consecutiva dopo quella rimediata in casa al Palaverde nel turno infrasettimanale.

Nel primo quarto la Fortitudo parte a “bomba” con Carraretto che sul pronti via infila subito una tripla in faccia a Powell, i biancoblù fin dall’inizio hanno avuto un ottimo approccio alla partita. Carraretto insieme ad Ed Daniel e Italiano danno la  giusta spinta ai biancoblù portano la squadra di coach Boniciolli al primo break a +12 su Treviso (31-19). Ed Daniel (13 punti e 11 rimbalzi e 3 assist a fine incontro) e Carraretto (16 punti e 3 palle recuperate) fanno la differenza per i biancoblù mentre dall’altra parte Powel (18 punti e 9 rimbalzi) e Rinaldi (9, punti e 8 rimbalzi) cercano di tenere in carreggiata Treviso che soffre parecchio la rabbia agonistica della Fortitudo.

Nel secondo quarto Treviso si avvicina alla Fortitudo, andando fino a -7 (4:52) Powel e Negri tengono in partita la squadra trevigiana che in questa fase sembra essersi risvegliata. Tra i biancoblù giganteggiano Montano con rimbalzi difensivi, palle recuperate e assist oltre a Carraretto sempre preciso dalla distanza ed Ed Daniel, ma nonostante tutto Treviso riesce ad arrivare a -5 (1:50 45-50). Bologna riesce poi a riallungare andando a riposo sul 48-41 (17-22 parziale). La Fortitudo fa delle palle recuperate (alla fine saranno 12-7 per la Fortitudo) 6-3 nei primi due quarti e dell’intensità difensiva i suoi punti di forza.

Il terzo quarto parte bene Treviso che passo dopo passo riesce a trovare la parità (53-53 a 6:20) sui biancoblù con un parziale di 12-5. Marshall Corbett prende la squadra mer mano e segna nove punti portando Treviso addirittura sopra per la prima volta nella partita per 53-55 (5:23) da questo momento la squadra di Boniciolli non riesce più a portarsi avanti nonostante Carraretto e Daniel ci provino, ma Moretti e Corbett fanno arrivare Treviso alla fine del quarto con il risultato di 57-65 con un parziale di 9-24.

L’ultimo quarto vede una reazione rabbiosa della Fortitudo con Carraretto (che infila subito un tiro da tre) e Italiano tra punti fatti e rimbalzi portano i biancoblù a -2, trovando poi la parità con Sorrentino (8:11), Treviso nei primi due minuti non ne infila una, così la Fortitudo ne approfitta e sorpassa Treviso (7:27 68-65) con una tripla di Italiano che oggi sembra essere in grande giornata. Da questo momento in poi Sorrentino e Montano prendono in mano la squadra portandola fino a un parziale di +6 (5:37) che diventerà, grazie alla grande intensità difensiva un +13 (2:52) col risultato di 81-68. Treviso in questa ultima parte della gara non sembra entrata nemmeno in campo, cerca di raddrizzare le cose negli ultimi due minuti portandosi a -6 (81-75) a 1:18 dalla fine, il vantaggio biancoblù varierà solamente in virtù di un tiro libero segnato da Italiano, il risultato finale sarà di 85-78 per i biancoblù.

Eternedile Fortitudo Bologna-De’ Longhi Treviso 85-78
Parziali: 1/4 (31-19) – 2/4 (17-22) – 3/4 (9-24) – 4/4 (28-13)
Fortitudo Eternedile: Daniel (13), Quaglia, Candi (2), Zani, Iannilli, Campogrande, Montano (11), Sorrentino (21), Raucci (2), Carraretto (16), Flowers, Italiano (20). All. Boniciolli.
De’ Longhi Treviso: Corbett (23), Moretti (4), De Zardo, Malbasa, Fabi (2), Busetto, Fantinelli (7), Powell (18), Rinaldi (9), Negri (11), Ancellotti (4). All. Pillastrini.
Tiri dal campo: Fortitudo 27/40 (8/24 da tre), Treviso 25/62 (8/20 da tre).
Tiri liberi: Fortitudo 23/31, Treviso 20/26.
Rimbalzi: Fortitudo 40, Treviso 45.
Assist: Fortitudo 19, Treviso 15.
Palle recuperate: Fortitudo 12, Treviso 7.
Palle perse: Fortitudo 13, Treviso 23.
Falli subiti: Fortitudo 24, Treviso 25.
Arbitri: E. Bartoli, Radaelli, Perciavalle.

About The Author

Related posts