24 Aprile, 2024

Ozzano da urlo: 92-78 a Vicenza

Ozzano da urlo: 92-78 a Vicenza

PALAZZETTO DELLO SPORT, VICENZA – Un terzo quarto da spellarsi le mani, il più produttivo del campionato nella gara, fin qui, più delicata della stagione: i New Flying Balls superano la Civitus Allianz Vicenza in casa, giustificando il successo dell’andata, questa volta per 92-78. Tra l’altro, in una partita segnata ancora da un’emergenza per le assenze di Balducci, Abega e Ly-Lee. Coach Conti opta per uno starting five composto da Piazza in tacca bassa, con Bechi, Cortese, Bastone e Filippini.


La prima fiammata del match è di marca vicentina: Bugatti straccia la retina e rompe il primo equilibrio tra Ozzano e Vicenza, facendo accelerare i suoi sul +3 (7-4), per un vantaggio lievemente lievitato sul massimo vantaggio di +5 (9-4 e 11-6). Sono due dei giocatori più esperti, Filippini e Bastone, a portare Ozzano ancora al minimo possesso di distanza (11-9), rispedito al mittente dalla tripla di Cucchiaro quando gli emiliani erano riusciti a pareggiare il parziale. In attacco, Cortese e compagni fanno raggiungere il bonus quando mancano circa 2’ al primo suono della sirena, ma senza approfittarne pienamente perché i locali fanno 3/4 dalla lunga distanza: 25-23 per i veneti.

Come una decina di minuti prima, Vicenza si prende la scena: dopo il parziale di 5-0, coach Conti utilizza il time-out per fermare l’impeto dei ragazzi di Cilio. Ce la fa, anche se la propria produzione offensiva non accompagna le buone chiusure difensive, almeno fino alla tripla di Cernivani che ristappa il canestro ozzanese. Cucchiaro sigla il +9 (35-26), un distacco che gli ospiti riescono a colmare con un’enorme fiammata sul finire della frazione, culminata con il canestro del sorpasso segnato da uno splendido Filippini.

Sulle ali dell’entusiasmo, il rientro negli spogliatoi è come se non ci fosse stato: nei successivi 10, da Bechi a Cortese – passando per Filippini e Bastone – passano ben 65 punti. E praticamente la metà di questi sono stati segnati proprio nel terzo quarto, in un parziale di 32-19 che spariglia completamente le carte in tavola, spostando la bilancia in casa Ozzano.

Il 75-60 non fa dormire sonni tranquilli, perché Vicenza – con Riva e Terenzi – suona la carica scivolando a -11 (75-64), facendo capire che la contesa non è ancora nelle tasche di Ozzano. Ma sotto le plance venete i quattro migliori realizzatori emiliani sono troppo ispirati, riportano i compagni sul +15 (83-68) quando mancano tre giri di lancette, chiudendo di fatto i giochi.


Allianz Civitus Vicenza-Logimatic Group Ozzano 78-92
(25-23; 41-43; 60-75)
Civitus Allianz Vicenza: Bugatti 15, Riva 10, Antonietti 8, Carr n.e., Cernivani 8, Cucchiaro 7, Lurini 3, Brescianini, Campiello, Ambrosetti 9, Brambilla 10, Terenzi 8. All.re: Cilio.
Logimatic Group Ozzano: Myers 1, Bechi 23, Bastone 18, Zambianchi, Martini, Terzi 2, Filippini 21, Cortese 18, Piazza 9, Zanasi. All.re: Conti.
Arbitri: Chiarugi e Giustarini.
Top scorer: Bechi, 23 punti.
Note: 1Q 25-23; 2Q 16-20; 3Q 19-32; 4Q 18-17.


Post source : Enrico Bonzanini Area Comunicazione - Logimatic Group Ozzano (www.newflyingballs.it)

About The Author

Related posts