12 Luglio, 2024

Serie A Coppa Italia: Olimpia Milano-Virtus Bologna, Top & Flop del match

Serie A Coppa Italia: Olimpia Milano-Virtus Bologna, Top & Flop del match

I migliori e peggiori del match giocato tra l’A|X Armani Exchange Milano e la Segafredo Virtus Bologna, partita dei quarti di finale di Final Eight di Coppa Italia Serie A PosteMobile 2019.

TOP

David Cournooh
Entra in quintetto, gioca a lungo, esce solo per i crampi, nel frattempo annulla chiunque gli venga affidato ed è pure un riferimento offensivo. 27’ in campo, mai così tanto, con un +17 di +/- che in una partita vinta di 2 trova un grande significato.

Amath M’Baye
La legge dell’ex, firma almeno 2 giocate da highlight (schiacciata in tap-in con cambio mano e stoppata su James), mette punti in 2 momenti critici durante la rimonta avversaria.

Tony Taylor
Gioca a lungo, 32’, perché in partite come queste senza è dura, gioca al meglio vincendo alla grande il duello sentitissimo con James, firma punti pesantissimi nell’ultimo quarto, quando la fortuna premia gli audati.


FLOP

Kevin Punter
I falli lo tolgono precipitosamente dall’incontro, prova a rimettersi in gioco ma ogni volta qualcuno passa dalle sue parti e i falli son sempre appioppati a lui, quelle giornate un po’ così dove giocare è impossibile.

Mike James
Chiude con una doppia doppia, ma conduce i suoi nel burrone tirando tutto quello che vuole non mettendola mai, 1/11 dall’arco è roba da non mostrare a bambini ed adulti. Reagisce nel finale, ma si prende anche una stoppata da M’Baye che taglia le gambe a tutta la squadra.

Alec Omic
Per l’unico centro di ruolo una serataccia, arrivato per sostituire Tarcezwski si trova a dover sostituire anche Gudaitis, del lituano non ha nemmeno l’ombra, il gioco di Sacripanti picchia proprio su di lui che non fa nella per reagire, e non trova sponda nemmeno in Burns, lontano parente di quello visto a Cantù.


A cura di Luca Cocchi

About The Author

Related posts