22 giugno, 2018

Il pagellone Virtus

Il pagellone Virtus

Una vittoria diversa da quella con Reggio Emilia, ma anche per questo una vittoria che aumenta ancora di più la consapevolezza nei propri mezzi e la fiducia della Virtus (voto 7, foto Serra/Virtus Pallacanestro). Contro Avellino, la Granarolo ha dominato e dato spettacolo nel primo tempo, poi la partita è cambiata nella ripresa, è diventata più spigolosa e sporca e la giovane banda di Valli è stata comunque capace nell’ultimo quarto (57% al tiro) di trovare le giocate per vincerla anche senza il leader Ray.

WHITE 7
Statistiche difensive: 5 rimb. dif., 1 palla recuperata, 1 stoppata, 4 falli commessi.
Voto difesa 7: La solita tarantola all’inizio, allunga le braccia e arriva dappertutto. I falli lo condizionano nuovamente, ma dietro è la solita sicurezza.
Statistiche offensive: 4/6 al tro (0/1 da tre), 4/8 ai liberi, 3 palle perse, 8 falli subiti.
Voto attacco 7: Punta Harper ogni volta che può, solita divagazione sopra il ferro in avvio di partita, poi tanto lavoro prezioso guadagnandosi falli e segnando di autorità un canestro in penetrazione nel finale.

CUCCAROLO 6,5
Statistiche difensive: 1 stoppata, 3 falli commessi.
Voto difesa 6,5: Si fa sentire lì in mezzo e si guadagna minuti (15, nel secondo tempo gioca più di Gilchrist) con chiusure spesso puntuali e il solito ingombro.
Statistiche offensive: 2/2 al tiro, 2 rimb. off., 2 assist, 1 fallo subito.
Voto attacco 6,5: Nelle ultime due partite ha 5 assist in 26 minuti totali di gioco, sintomo di buone mani e letture molto migliorate. Sveglio e vispo sotto i tabelloni offensivi, con un tap-in importante nell’ultimo quarto.

GADDY 7
Statistiche difensive: 2 rimb. dif., 2 palle recuperate, 4 falli commessi.
Voto difesa 6,5: Mette la museruola a Gaines grazie a un approccio molto migliore alla partita.
Statistiche offensive: 5/8 al tiro (1/1 da tre), 2/3 ai liberi, 2 rimb. off., 3 palle perse, 1 stoppata subita, 4 falli subiti.
Voto attacco 7: Prima partita dell’anno senza assist, decide di attaccare perché ha spazio e produce la miglior produzione offensiva del suo campionato. Canestro e fallo pesantissimo nel finale, quando non gli difetta mai la personalità.

IMBRO’ 6,5
Statistiche difensive: 1 rimb. dif.
Voto difesa 6: Lo attaccano poco e lui di conseguenza non patisce troppo gli avversari.
Statistiche offensive: 2/2 da tre, 1 palla persa, 1 fallo subito
Voto attacco 7: Segna due triple pesantissime, sul 39-34 a fine primo tempo per spegnere la rimonta irpina e sul 54-57 per pareggiare in avvio di quarto periodo. Canestri fondamentali.

FONTECCHIO 7
Statistiche difensive: 2 palle recuperate, 2 falli commessi.
Voto difesa 6: Di stima, perché può fare molto meglio. Non è dannoso, ma Hanga gli sguscia via troppo spesso. Le difficoltà offensive lo hanno forse depresso nella sua metà campo e il malinteso con Mazzola sulla tripla di Banks poteva costare caso.
Statistiche offensive: 2/7 al tiro (1/3 da tre), 1/2 ai liberi, 2 assist, 1 palla persa, 3 falli subiti.
Voto attacco 7: Il cesto partita lo riabilita e gli vale anche mezzo punto in più nel voto globale. Aver la presenza e il carattere di prendersi il tiro più importante dopo una partita da 1/6, e soprattutto realizzarlo, conferma che il talento abruzzese ha qualcosa di speciale.

MAZZOLA 6
Statistiche difensive: 3 rimb. dif., 4 falli commessi.
Voto difesa 6,5: Deve assolutamente imparare a gestire i falli che lo limitano ancora a soli 11 minuti in campo. La difesa sull’ultima azione di Gaines gli vale però una sufficienza abbondante.
Statistiche offensive: 1/3 al tiro, 1 palla persa, 1 fallo subito.
Voto attacco 5,5: Si vede pochissimo nei pochi minuti in campo non fa in tempo ad essere incisivo.

HAZELL 6,5
Statistiche difensive: 3 rimb. dif., 1 palla recuperata.
Voto difesa 6: Vuole essere importante anche nella sua metà campo e lo fa con buona presenza su Banks e un paio di rimbalzi ad alta quota nella ripresa.
Statistiche offensive: 4/10 al tiro (1/3 da tre), 2/2 ai liberi, 1 fallo subito.
Voto attacco 6,5: Inizia con due conclusioni acrobatiche, ma il meglio lo tiene per il finale con 7 punti nell’ultimo quarto e i due liberi del sorpasso a 49″ dal termine, lui che in stagione li tirava col 57%.

GILCHRIST 6
Statistiche difensive: 4 rimb. dif., 5 palle recuperate, 1 stoppata, 4 falli commessi.
Voto difesa 6,5: Un primo tempo da gigante nel quale riempie tutto il suo gabellino, con 5 recuperi e grande presenza. Poi stacca la spina.
Statistiche offensive: 2/7 al tiro
Voto attacco 5: Stampa un’altra schiacciata sul ferro e scende al 37% nel tiro da due. Si guadagna spazio con la difesa nel primo tempo, poi sparisce quando cambia il vento della partita.

RAY 7
Statistiche difensive: 1 rimb. dif., 5 falli commessi
Voto difesa 6: Sembra motivato dalla sfida, che stravince, con Banks ma gli arbitri non gli perdonano nulla.
Statistiche offensive: 9/11 al tiro (1/1 da tre), 1 rimb. off., 3 assist, 8 palle perse
Voto attacco 7,5: Il primo tempo è un clinic offensivo: 15 punti con 7/7 al tiro, inarrestabile. 50,7, 54,1, 93,1 sono le sue percentuali stagionali da due, tre e liberi. Due canestri da capitano nel terzo quarto con la squadra paralizzata, ci sono anche 8 palle perse, ma è dal suo istinto per il canestro che parte tutto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright BasketCity

Related posts