27 Febbraio, 2024

Halftime Show Atmosfhera:
le parole dei protagonisti

Halftime Show Atmosfhera: <br>le parole dei protagonisti

Torna sabato 23 dicembre alle 20:30, in occasione della sfida con Chiusi, l’Halftime Show della Benedetto XIV, affiancata in questa iniziativa che porterà giovani artisti sul parquet biancorosso da Hera, l’azienda multiservizi che ha sposato il progetto del club.

Si tratta di un progetto strategico per la Società, come spiegato dal Club Manager Alessandro Livreri

A distanza di un anno dal primo Halftime Show che prese vita in occasione della partita contro Treviglio valida per l’accesso alle Final Four, oggi sono davvero orgoglioso di dire che questo progetto prende una forma vera finendo il suo periodo di “prova”. Dopo due mesi di lavoro per la sua costruzione, sono orgoglioso di annunciare AtmosfHera! Un vero e proprio show che porterà alla Baltur Arena talento e messaggi ambientali uniti all’energia della musica.
Il partner che ha scelto di accompagnarci in questo progetto è il Gruppo Hera, una tra le maggiori multiutility nazionali, capace di distinguersi nell’impegno verso la transizione energetica e l’economia circolare, con un modello di sviluppo sostenibile e in linea con gli obiettivi dell’Agenda Globale al 2030. I primi ospiti saranno Giovie e Micke, reduci dalla loro recente esperienza ad X-Factor 2023, porteranno sul parquet della Baltur Arena il loro nuovo singolo
”.

A commentare l’iniziativa dal loro punto di vista, poi, sono intervenuti gli stessi Giovie e Micke, primi artisti ad esibirsi nella nuova veste dello show: “esibirci in un palazzetto”, spiega il duo, “è sicuramente una cosa nuova e io sono strafelice di questa opportunità. Cercheremo di fare una buona esibizione e poterci godere la partita, cercando di entrare il più possibile in un mondo di cui conosciamo poco e siamo poco abituati sia come ambiente che come pubblico”.

Sulla loro collaborazione, Giovie ricorda che nasce dall’esperienza di essere entrambi musicisti nella stessa città, Rovigo: “ci conosciamo personalmente da un anno e mezzo, però siamo entrambi della stessa città. Micke suonava il violoncello, io invece facevo molti concorsi ed esibizioni a livello canoro, per cui ci conoscevamo a livello musicale. Un giorno ci siamo scambiati le canzoni che scrivevamo e abbiamo deciso di provare a fare qualcosa insieme: così è nata la nostra “Vestito Bianco”. Ci siamo divertiti nel condividere musica per cui abbiamo continuato”.

Lo stesso Giovie ha poi raccontato la loro partecipazione all’ultima edizione di X Factor: “è un palco gigantesco, sia fisicamente che a livello di emozioni, erano anni che non ricevevo giudizi dopo una performance; l’eliminazione post Bootcamp l’abbiamo presa con sportività perché non segnerà la nostra carriera. Il percorso in sé è stato molto stimolante, ti mette in una condizione di giudizio con il pubblico che non avevamo mai avuto venendo da Rovigo, quindi ci siamo fatti le ossa”.


Post source : Francesco Ricciardi Responsabile Area Comunicazione - Benedetto XIV Cento (www.benedettoxiv.it)

About The Author

Related posts