23 Febbraio, 2024

La Fortitudo sbanca il PalaTrieste Cesare Rubini

La Fortitudo sbanca il PalaTrieste Cesare Rubini
Photo Credit To Valentino Orsini / Fortitudo Pallacanestro Bologna

Sfida d’alta classifica che in avvio pare intimorire maggiormente i padroni di casa mentre la Fortitudo acquista coraggio vedendo a segno i propri tentativi dal perimetro: 3-10 dopo 4′, quando gli equilibri sono rimessi in discussione dai fischi arbitrali che spezzettano il ritmo gara e costringono i biancoblu a rotazioni forzate. Morgillo commette tre falli in meno di un minuto, Fantinelli sale a quota due. L’ex di turno Candussi prova a guidare senza esito positivo l’attacco triestino ma dall’altra parte del campo Aradori trova il colpo del +10 (8-18) a 2’30” dalla fine del primo quarto. Se il canestro è piccolissimo per gli uomini di Christian grazie alla difesa fortitudina, la Flats Service sfrutta bene le occasioni per aumentare il gap: 8-21 dopo 10′.

Il gioco ospite rimane più efficace, sia in costruzione che in chiusura; Bolpin e Freeman prendono per mano la Effe firmando il parziale di 6-0 (8-27) dopo 1′. Trieste costretta al time out per ritrovare l’intensità richiesta dal confronto: Reyes risponde presente sbloccando il punteggio sebbene i biancoblu sembrino non risentirne tra la tripla di Sergio e il lavoro sotto le plance di Freeman. L’unica spada di Damocle che preoccupa gli uomini di Coach Caja, sopra di 21 (14-35) a 6′ dall’intervallo, è il numero i falli diffusi su tutto il roster. Morgillo fa il quarto, si fermano a due quasi tutti gli altri. Statistica che da un po’ di fiducia ai biancorossi, capaci di aprire un 7-0, utile al -17, ma non di trovare una quadra nel proprio gioco. Fatica da una parte e dall’altra avvicinandosi alla pausa: pochi canestri e di fattura biancoblu che allargano la forbice tra le due squadre fino al nuovo +21 (20-41) firmato Aradori. Inerzia netta nei primi 20′ coronata dal buzzer beater di Freeman da 9 metri che manda le squadre a riposo sul 23-48. Unica sbavatura per i biancoblu, i troppi falli commessi, incognita da tenere sott’occhio nella seconda frazione.

Margine rassicurante ed amministrato con facilità dalla Fortitudo, brava a giocare anche sulle energie mentali avversarie. Il vantaggio sale senza che i giuliani riescano a trovare continuità. A metà terzo quarto, solido +29 (31-60) , non solidissimo soltanto per il cronometro ancora lontano dal 40°. La rotta, però, è sempre più tracciata; anche se Reyes e Brooks reagiscono d’orgoglio, la frittata è fatta: 44-67 a 10′ dal termine.

Il basket è imprevedibile, ma non così tanto da ribaltare quanto accaduto nei primi tre quarti. Ogni punto recuperato da Trieste serve al morale ma non a fermare l’attacco della Effe che trova i punti necessari a certificare con ampio anticipo il quinto successo consecutivo ed il momentaneo dominio sul girone rosso. Al PalaTrieste la Fortitudo passa 65-84. E’ lecito chiedersi, se non Trieste, chi può fermarla?

Il tabellino

Pallacanestro Trieste-Fortitudo Flats Service Bologna 65-84
(8-21; 23-48; 44-57)
Pallacanestro Trieste: Filloy n.e., Ferrero 8, Brooks 9, Candussi 10, Ruzzier 10, Bossi, Vildera 5, Deangeli 1, Rolli n.e., Reyes 13, Camporeale n.e, Campogrande 9. All. Christian.
Fortitudo Flats Service Bologna: Ogden 15, Sergio 5, Aradori 19, Freeman 23, Panni 1, Bolpin 5, Conti, Morgillo, Kuznetsov n.e., Fantinelli 16, Giordano n.e. All. Caja.
Arbitri: Rudellat, Cappello, Tarascio.


Post source : Per gentile concessione di Eugenio Fontana di www.1000cuorirossoblu.it

About The Author

Related posts