23 Febbraio, 2024

Niente miracolo per Ozzano: Roseto vince 54-73

Niente miracolo per Ozzano: Roseto vince 54-73

PALA ARTI GRAFICHE REGGIANI, OZZANO DELL’EMILIA – Quinto ko per i New Flying Balls Ozzano, che cominciano bene la sfida contro la Liofilchem Roseto, salvo perdere le distanze già nel secondo quarto: 54-73.

Coach Conti opta per uno starting five composto da Bechi in tacca bassa, con Cortese, Balducci, Bastone e Martini.


In una partita che vede come unica interruzione il time out chiamato da coach Gramenzi, Ozzano subisce all’inizio il canestro dell’ex tanto amato – e salutato a inizio gara – Klyuchnyk, per poi piazzare un parziale di 7-0 allo stop. Sugli scudi, Balducci con la prima tripla di serata; dall’altra parte, i tanti errori di Roseto concedono a Bechi di siglare il 9-2, rimpinguato dal tiro libero di Cortese per il +8. Un vantaggio che si riduce di sei lunghezze in un minuto, rispedito al mittente dalla seconda bomba targata Balducci. È un vantaggio che i biancorossi manterranno sino al suono della prima sirena.

Nella seconda frazione, Abega conferma la buona lena dai tre punti, firmando il +6 (20-14), rimasticato da Guaiana e dai liberi di Poletti. Mantzaris, quindi, sfrutta il buon momento di Roseto mettendo a segno due triple consecutive, facendo mettere la testa avanti agli abruzzesi (20-25). La tripla di Guaiana, poco dopo, costringe coach Conti a far rifiatare i suoi sul -10 (20-30) che registra un parziale di 0-16 stoppato da Bastone quando mancano poco meno di 2’ al rientro negli spogliatoi. La produzione offensiva è troppo deficitaria per tenere a bada le intemperie della Liofilchem, a canestro venti volte rispetto alle sole cinque dei locali.

Il copione non cambia: Poletti infila la tripla del -14 ozzanese (23-37), Santiangeli lo imita poco dopo per una squadra che scappa e non viene più ripresa. Il 36-61 alla terza sirena della serata è eloquente per una squadra ospite guidata da tutti i suoi effettivi con maggior minutaggio, mentre Ozzano fa fatica sotto canestro, con la verve ferma ancora al primo quarto: 9/26 da due e, soprattutto, 17 palle perse.

L’ultimo quarto, difatti, è solamente una passerella per Roseto, che conta ben cinque giocatori sopra i dieci punti. In casa Ozzano solo due, Bechi e Balducci.


Logimatic Group Ozzano- Liofilchem Roseto 54-73
(17-14; 22-34; 36-61)
Logimatic Group Ozzano: Myers, Bechi 12, Pavani n.e., Ly-Lee 2, Martini, Cortese 3, Balducci 13, Bastone 8, Piazza 7, Mancini, Zanasi n.e. Coach: Conti
Liofilchem Roseto: Durante, Fabris n.e., Maiga 2, Poletti 15, Dervishi n.e., Donadoni 11, Guaiana 12, Tamani n.e., Mantzaris 11, Klyuchnyk 13, Santiangeli 9. Coach: Gramenzi
Arbitri: Giovagnini e Caneva
Note: 1Q 17-14; 2Q 19-20; 3Q 14-27; 4Q 18-12
Top scorer: Poletti, 15 punti


Post source : Enrico Bonzanini Area Comunicazione - Logimatic Group Ozzano (www.newflyingballs.it)

About The Author

Related posts