24 Febbraio, 2024

EuroLeague 2023/24:
la Virtus cade contro il Valencia

EuroLeague 2023/24: <br>la Virtus cade contro il Valencia
Photo Credit To Matteo Marchi / Massimo Ceretti / Ciamillo-Castoria / Virtus Pallacanestro Bologna

Non bastano alla Virtus 20’ splendidi per portare a casa la vittoria alla Fonteta, questa volta sono i primi 20’, poi è scesa la nebbia e come se fosse il film al contrario con l’Olympiacos, l’attacco non è più esistito, soffocato dalla difesa di casa (migliore dell’Eurolega) mentre dietro non si è spariti ma nemmeno ripreso la partita.

Se nel primo tempo era difficile dire chi avesse giocato male, complesso dire chi nel secondo l’abbia fatto bene, energie fisiche e mentali terminate anzitempo. Non che i taronjas ne avessero chissà quanto, ma in un doppio turno in Eurolega restare sul campo di casa facilità la situazione. 24 punti segnati nei mesti 20’ finali, sotto a rimbalzo e con ben 11 perse, le stesse, non un caso, perse da Valencia nel 1° tempo.

La differenza l’han fatta gli esterni di casa, incontenibili a lungo per i pari ruolo Virtus, il break decisivo è stato di Davies, contro Cacok che davanti il suo l’ha dato, ma dietro non ha avuto l’esperienza per essere efficace nel monento clou. L’ha vinta Valencia giocando la sua partita preferita, con un Pradilla decisivo su Shnegelia dopo che l’assiro aveva dominato contro Inglis, ma al suo ritmo lento chi ha cambiato la partita è stato Jovic, al solito lucido nell’ispirare i compagni ed efficace a concludere quando le attenzioni scendevano.

Per la Virtus un’occasione sprecata, si poteva fare un salto definitivo per il 2° posto al termine del girone d’andata, che potrebbe rimanere, ma la classifica corta le da meno valore. Certo, all’inizio si ragionava su altri obiettivi, ma già che si è qua, perché non provarci?


Banchi ripropone i 5 dell’Oly, Mombrù senza Ojeleye, Harper e Claver lancia Puerto (dalla cantera) e l’ex Effe Robertson, a guidare Jones, nel mezzo Davies, ex EA7. L’attacco funziona, la difesa meno, soprattutto in transizione Jones è sempre in solitaria e mette i suoi avanti a metà frazione. La difesa sugli esterni continua ad essere deficitaria, sulla sirena un indisturbato Pradilla spinge la Segafredo a -5. Il 12/17 incassato dal fin qui peggior attacco dell’Eurolega dice molto di una difesa poco attenta e reattiva. Le V nere pagano il pessimo 1/7 da 3, a segno solo Lundberg.

Il -7 preoccupa, Iffe però picchia duro da 3 e in un attimo è sorpasso, allargato da un tentacolare Pajola, parziale 13-2. I punti del Beli allungano, ma è la difesa a cambiar di passo (8 perse forzate) sulle ali di un Shengelia uomo ovunque. +10 alla pausa lunga, solo 11 punti subiti, chiunque ha dato un contributo importante dietro, davanti le triple hanno aperto il campo (5/8 nei 10’) e nel mezzo son stati bravi tutti a picchiare dove il dente duole.

Più lesta Valencia alla ripartenza, Virtus sprecona ai liberi e attacco che non trova più luci, a metà +4 e soli 3 punti a segno. Una gomitata di Inglis costa cara a Pajola, rivisto è antisportivo al francese e 4° fallo, ma non segnando proprio mai non si regge, le triple di Robertson valgono il sorpasso. I disastri continuano con le perse a fila di Lundberg e Jovic che si mangia con costanza Hackett. -6 all’ultima pausa dopo i 10’ peggiori di stagione, 23-7, 27 a -2 di val., un disastro che non risparmia niente e nessuno.

Si segna poco, di buono c’è la capacità anche in palese difficoltà di non affosarsi. Si sprecano più palloni semplici per il sorpasso, che arriva con un reattivo Cacok. La partita pare una sfida tra boxeur sfiniti, le perse abbondano, Davies fa +5 a 100” con 6 punti a fila. La tripla del Beli ridà speranza al -2, sbagliando quella del +1. Fallo di Hackett a 28”, Jones fa 2/2 e +4 taronjas, Hackett perde palla e lì finoscono sogni e speranze. Dopo 4 vittoria a fila arriva la sconfitta in Spagna, in attesa della prossima trasferta, a Belgrado col Partizan, che dovrà rimediare al ventello subito dall’irreale Real di questa Eurolega.

Prossima partita sarà sabato ore 20:00 in LBA a Pistoia, streaming DAZN e RadioNettunoBolognaUno.

Il tebellino

Valencia Basket-Virtus Segafredo Bologna 79-71
(26-21; 37-47; 60-54)
Valencia Basket: Puerto 3, Reuvers, Pradilla 4, Lopez-Arostegui 9, Jones 17, Ferrando n.e. Inglis 4, Jovic 9, Touré 5, Hermannsson 4, Robertson 12, Davies 12. All. Mumbru.
Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 7, Lundberg 13, Belinelli 11, Pajola 3, Smith n.e. Dobric 2, Cacok 8, Shengelia 15, Hackett 7, Polonara, Dunston 5, Abass n.. All. Banchi.
Arbitri: Tomislav Hordov, Robert Vyklicky, Vassilis Pitsilkas.


Post source : Luca Cocchi (©BasketCity.net)

About The Author

Related posts