22 Giugno, 2024

Serie B: occasione persa a Senigallia per i New Flying Balls

Serie B: occasione persa a Senigallia per i New Flying Balls
Photo Credit To Niko (nicolòromano.com) / Andrea Costa Imola Basket

Il tabellino

Goldengas Pallacanestro Senigallia-Sinermatic Ozzano 79-77
(22-17; 35-45; 53-58)
Pall. Goldengas Senigallia: Giannini 10, Giacomini 18, Gnecchi 4, Neri 10, Ciacci ne, Valle 7, Lemmi 11, Arceci ne, Cerruti, Marini ne, Musci 8, Pozzetti 11 – All. Filippetti; Vice Peverada.
Sinermatic Ozzano: Carpani 10, Folli 11, Salsini ne, Felici 7, Galletti ne, Balducci, Klyuchnyk 14, Chiappelli 8, Barattini 13, Bonfiglio 6, Buscaroli, Lasagni 8 – All. Loperfido; Vice Pizzi.
Arbitri: Giustarini (GR); Mariotti (PI)
Note: spettatori 250 circa; falli tecnici a Gnecchi (19’) e Giacomini (39’) per Senigallia, Bonfiglio (30’) per Ozzano; fallo antisportivo a Klyuchnyk (36’) per Ozzano; usciti per falli Gnecchi (36’), Pozzetti (37’), e Giacomini (39’) per Senigallia


Questa volta è la Sinermatic a farsi rimontare. Avanti di 15 ad inizio terza frazione la difesa di Senigallia manda in seria difficoltà l’attacco ozzanese. Ma nel momento in cui tutto sembrava perduto, il carattere dei Flying Balls viene fuori, ed Ozzano si trova per le mani due tiri per vincere. Una persa e un ferro sul tentativo di Barattini allo scadere condannano gli emiliani, e la Goldengas strappa due punti d’oro per la classifica.

Avvio importante dei padroni di casa, che in tre minuti si portano sull’8-2. Immediata la risposta ozzanese, uno 0-8 di break che permette ai ragazzi di coach Loperfido di prendere il comando dell’incontro. Il periodo prosegue sui binari dell’equilibrio fino all’ultimo giro di lancette quando Giannini da fuori e Pozzetti ai liberi portano Senigaliia sul +5 alla prima sirena (22-17).

Nella seconda frazione è tutta un’altra Sinermatic: subito Felici e una bomba di Lasagni azzerano il break, poi è la coppia di lunghi Felici-Klyuchnyk a garantire il +4 Ozzano al minuto 15. Gli ospiti sono in fiducia con il tiro dalla lunga distanze e le bombe di Bonfiglio, Barattini e Lasagni valgono il +10 all’intervallo lungo (35-45).
Ad inizio terzo quarto i Flying continuano a segnare e pescano il +15 con Barattini. I padroni di casa si rifugiano nel time out, e dopo aver evitato il -18 riescono con un break a rientrare a -7, prima della bomba di Carpani per il nuovo +10 (45-55 al 26’). Nei rispettivi minuti la partita si spezzetta molto e si fa dura, complici i tantissimi falli fischiati dagli arbitri ad entrambe le squadre (52 falli totali di cui 33 contro gli ozzanesi a fine incontro, con ben 45 tiri liberi assegnati alla squadra di casa, il doppio di quelli tirati da Ozzano, ferma a 23). La difesa di Senigallia cresce d’intensità mandando in seria difficoltà l’attacco ozzanese. A fine periodo il vantaggio dei viaggianti è di sole cinque lunghezze (53-58).

Nell’ultimo quarto la musica non cambia e Senigallia completa la rimonta, impattando al 32’ il match a quota 60 con i liberi di Gnecchi. Lemmi fa +3 Goldengas, ma Carpani risponde pochi secondo dopo (63-63). Al minuto 35 episodio importante del match, con un discutibile fallo antisportivo fischiato a Klyuchnyk su Giannini (arrivato dopo un lungo conciliabolo fra la coppia in grigio) che manda su tutte le furie il settore ospiti del palasport di Senigallia. Giannini è bravo ad ottimizzare questa possibilità, segnando i liberi e realizzando la tripla del +7 marchigiano. Vantaggio che sale a +9 dopo il contropiede di Lemmi (72-63). La partita sembra aver ormai un destino certo, ma dall’altra l’ultimo a mollare è Gioacchino Chiappelli, che dopo aver catturato diversi rimbalzi (11 a fine serata) sblocca il proprio tabellino con una tripla importantissima, e pochi secondi dopo dalla lunetta timbra il -4 (72-68 al 37’). Senigallia torna a +8 con Musci e Neri, ma Ozzano risponde con Carpani e con cinque punti di fila di Klyuchnyk (nel mezzo un errore ai liberi di Barattini dopo un tecnico per simulazione a Giacomini che esce per 5 penalità). Si entra nell’ultimo minuto si gioco con Senigallia avanti 76-75, per un finale al cardiopalma. Dopo il time out, piazzato di Valle per il +3 Goldengas (78-75), dall’altra parte penetrazione vincente di Barattini (78-77 a 30” dalla fine). Neri viene stoppato da Klyuchnyk lasciando l’ultimo tiro ad Ozzano, ma Chiappelli non riesce a controllare il pallone sulla ripartenza e Ozzano si aggrappa al fallo sistematico. Giannini fa 1 su 2, lasciando sul 79-77 l’ultimo tiro ai Flying Balls con 9 secondi da giocare. La tripla della vittoria però si stampa sul ferro, Senigallia cattura il rimbalzo e strappa un referto rosa di importanza capitale per la propria classifica.

Per Ozzano resta il rammarico per aver sciupato un buon vantaggio meritatamente costruito, ma va dato merito ai ragazzi di Loperfido di averci sempre creduto, anche quando punteggio ed inerzia erano completamente a favore dei locali. Sconfitta quella ozzanese dura da digerire, ma fra 72 ore si torna in campo, in Emilia arriva Ancona nel turno infrasettimanale del Mercoledì alle 21:00.


 

About The Author

Related posts